Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
assassino alessandra matteuzzi molestie

“Cosa ha fatto prima di ucciderla”. Alessandra Matteuzzi, fatti terribili prima dell’omicidio: il racconto choc della cugina

  • Italia

L’assassino di Alessandra Matteuzzi e le molestie. Martedì 23 agosto il 27enne Giovanni Padovani ha ucciso a martellate e mazzate l’ex compagna davanti al portone di casa. L’ennesimo femminicidio è stato compiuto a Bologna. L’uomo è stato fermato. Recentemente la sorella della vittima ha rivelato particolari agghiaccianti: “È scesa dalla macchina e ha cominciato a urlare: no Giovanni, no, ti prego, aiuto. Io ero al telefono con lei”.

Sempre la sorella di Alessandra Matteuzzi ha raccontato che la relazione tra i due si era guastata negli ultimi tempi: “C’era stata una denuncia e anche delle integrazioni, erano stati sentiti dei testimoni e nominato un pm. Hanno avuto una frequentazione a distanza, perché lui faceva il calciatore in Sicilia, quindi si sono visti poche volte. Era poco più di un anno che si conoscevano”. Negli ultimi mesi, tuttavia, l’uomo aveva iniziato ad avere delle ossessioni nei confronti della donna.

assassino alessandra matteuzzi molestie


Le molestie prima dell’omicidio

Ancora la sorella di Alessandra Matteuzzi ricorda: “le sono successe delle brutte cose, lui aveva rotto piatti e bicchieri, si era arrampicato dalla terrazza, staccava la luce generale del suo appartamento, e le faceva degli agguati sulle scale”. Di fronte alle domande del gip Giovanni Padovani ha scelto di non rispondere: “Era un’udienza di convalida, non la sede per chiedere scusa – le parole del suo avvocato Enrico Buono – Nonostante tutto il mio assistito è molto provato”.

Intanto dal carcere giunge voce di un Giovanni Padovani piuttosto rilassato che ha ribadito più volte: “Io e Alessandra Matteuzzi stavamo ancora insieme. Ci vedevamo poco solo perché eravamo lontani”. Il 27enne è arrivato in carcere mercoledì mattina intorno alle 10 e 30, sempre tranquillo, mai una lacrima, nessun segno di cedimento. In questo momento si trova nella sezione ‘nuovi giunti’, pare abbia mangiato di gusto, non è ritenuto un soggetto a rischio suicidio.

Come ricordato Giovanni Padovani era già stato denunciato per stalking da Alessandra Matteuzzi. L’uomo da tempo la perseguitava e le faceva dispetti di ogni genere. La cugina della vittima, l’avvocato Sonia Bartolini, ha rivelato che il 27enne le aveva messo dello zucchero nel serbatoio dell’auto, tagliato le gomme e sottratto le chiavi di casa: “Il problema – ha dichiarato la legale – sta nelle falle normative. Se viene sporta una denuncia per atti persecutori e non viene attivata una protezione, i femminicidi continueranno”.

“La libertà…”. Alessandra Matteuzzi, quelle ultime parole prima di essere ammazzata a martellate


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004