“Sì, è Antonio”. Speranze finite, il suo corpo trovato in un canale: era scomparso da 3 giorni

Sono finite le speranze di trovare in vita Antonio Salmoiraghi, l’uomo di 87 anni scomparso venerdì scorso ad Abbiategrasso. A lanciare l’allarme era sta la famiglia, preoccupata di non vederlo tornare. Sulle sue tracce si erano messi parenti e amici e le forze dell’ordine che avevano anche usato i cani molecolari per cercarlo nella zona boschiva. Le ricerche sono andate avanti per 3 giorni. Poi, nel pomeriggio di ieri, il tragico epilogo: è stato ritrovato vicino al canale Scolmatore. Ad individuare la zona i cani molecolari, chiamati nella speranza di poter far prima della morte.


A quanto si apprende Antonio Salmoiraghi era malato e, al momento della scomparsa, pare in stato confusionale, ma non si conoscono al momento i dettagli della morte. Affranti i parenti dell’uomo che temevano che gli fosse successo qualcosa. Una storia terribile i dettagli della quale somigliano a film purtroppo già visti.

vigili del fuoco

Antonio Salmoiraghi, in circostanze simili morto anche Aurelio Greco

Proprio nelle ore in cui veniva ritrovato Antonio Salmoiraghi, quasi mille km più a sud si consumava una dramma simile. Si è conclusa purtroppo nel peggiore dei modi la ricerca di Aurelio Greco, per tutti Lello, sessantatreenne ex dipendente del comune di Polistena da poco in congedo. Greco, nella giornata di domenica era in cerca di funghi nel comune di Mammola in località Zimbi, fino a quando di lui non si sono perse le tracce.


bosco


L’allarme scattato intorno alle diciannove, aveva messo in moto la macchina dei soccorsi. L’uomo è stato trovato morto in una zona impervia a Mammola dal Soccorso alpino della Guardia di Finanza. Impegnato assieme a carabinieri, polizia e vigili del fuoco nelle ricerche del 63enne rese particolarmente complicate dalle condizioni climatiche.

Antonio Salmoiraghi


Solo 3 settimane prima della disgrazia di Antonio Salmoiraghi un altro uomo, Fulvio Venturi, era stato trovato morto in un bosco di Ventasso. La morte di Fulvio Venturi aveva sollevato un’onda di emozione e dolore. “Con tristezza e profondo dolore apprendo della prematura scomparsa dell’amico Fulvio, persona buona e generosa, sempre pronto al bisogno. Un uomo tranquillo e riservato ma molto attivo e impegnato nell’associazionismo e nel volontariato”.

Pubblicato il alle ore 16:33 Ultima modifica il alle ore 16:33