Antonio Cicchetti Incidente Lavoro Morto Ortonaa dei Marsi Gru Ribaltata

Gru si ribalta, Antonio muore sul posto di lavoro. 59 anni, era da poco diventato nonno

Un nuovo gravissimo incidente sul lavoro si è verificato in Italia. E una famiglia è ancora costretta a piangere una figura importantissima del proprio nucleo, a causa di una fatalità assurda che ha tolto la vita ad un uomo mentre prestava il suo servizio. Antonio se n’è andato per sempre a 59 anni, in modo prematuro e incredibile, per colpa di una gru. Il mezzo si è improvvisamente ribaltato per cause in corso di accertamento e lui è rimasto schiacciato dallo stesso, non lasciandogli alcuno scampo.

Nonostante i tempestivi soccorsi, per il 59enne non c’è stato niente da fare. Il suo decesso ha contribuito ad aumentare ancora il drammatico numero dei sinistri sul posto di lavoro, una vera e propria piaga per la nostra nazione. Tutti sono rimasti scioccati dinanzi a questa dipartita, visto che l’operaio era molto conosciuto ed apprezzato per le sue doti professionali e umane. Era dunque amato da tutti e nessuno riesce ad accettare che sia capitato tutto questo ad una straordinaria persona.

Antonio Cicchetti Gru Ribaltata Morto Incidente Lavoro Ortona dei Marsi

A morire è stato Antonio Cicchetti, che come detto non aveva ancora raggiunto i 60 anni di età. La prima ricostruzione dei fatti ha riferito che la gru guidata dall’uomo si è ribaltata uccidendolo. Sul luogo, oltre ai sanitari del 118, anche i carabinieri della compagnia di Avezzano. L’incidente si è verificato a Ortona dei Marsi, mentre la vittima era originaria del comune di Celano. Per estrarre il suo cadavere dal mezzo di lavoro è stato necessario il supporto di uomini dei vigili del fuoco di Avezzano.


Antonio Cicchetti Morto Incidente Lavoro Ortona dei Marsi Gru Ribaltata

Dopo l’incidente mortale occorso ad Antonio Cicchetti, la procura di Avezzano ha deciso di aprire un fascicolo per fare chiarezza e stabilire se ci possano essere o meno dei responsabili. Nel suo paese era apprezzato e considerato un grandissimo lavoratore. Era sposato e lascia nel dolore la moglie e tre figli. Soltanto poco tempo fa aveva avuto un’altra grande gioia, infatti era diventato nonno. Il suo carattere era molto positivo, infatti tutti lo ricordano come un uomo affettuoso.

Dopo la morte sul lavoro di Antonio Cicchetti è intervenuta l’onorevole Stefania Pezzopane: “Purtroppo ancora oggi dobbiamo aggiornare la triste contabilità dei morti sul lavoro. Una tragedia orribile, dolorosissima, una notizia che ci addolora e vogliamo esprimere piena solidarietà alla sua famiglia. Sembra un bollettino di guerra, bisogna procedere con il piano strategico sulla sicurezza sul lavoro”.

Pubblicato il alle ore 20:46 Ultima modifica il alle ore 20:46