Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Antonio Chessa Morto Sassari Incidente Moto

Antonio non c’è più. Il brutto incidente, poi 2 mesi di agonia in ospedale e ora la notizia terribile

  • Italia

Antonio Chessa è morto nelle scorse ore, lasciando familiari e un’intera comunità in lutto. Per due mesi tutti hanno pregato e sperato in un miracolo, ma le conseguenze derivanti dal terribile incidente stradale non gli hanno lasciato scampo. Ha provato a combattere con tutte le sue forze in ospedale, dove era ricoverato in terapia intensiva, ma il suo cuore ha smesso di battere per sempre. I medici hanno tentato dunque l’impossibile pur di salvargli la vita, ma non è stato possibile fare di più.

Lo schianto sul manto stradale di Antonio Chessa era stato tremendo e i soccorritori del 118, giunti sul luogo subito dopo il sinistro, erano stati in grado di mantenerlo vivo e di trasportarlo d’urgenza nel nosocomio ‘Santissima Annunziata’ della città di Sassari. Dopo essere stato portato nell’ospedale sardo, i dottori avevano proceduto all’effettuazione di un’operazione chirurgica molto delicata. Tra l’altro, i familiari non erano stati subito messi a conoscenza della gravità della situazione, non avendo il 19enne i documenti con sé.

Antonio Chessa Morto Incidente Sassari Moto


Il giovane aveva dunque riportato ferite gravissime ed era stato trasportato in ospedale in codice rosso, in seguito ad un violentissimo incidente con la sua moto. Antonio Chessa era rimasto coinvolto nel sinistro nella serata del 20 ottobre. Il luogo interessato era stata la località San Quirico, a nord della città di Sassari. Aveva perso il controllo del mezzo a due ruote e si era scontrato contro un muretto. La famiglia si era accorta che qualcosa non andasse quando non ha visto rientrare il 19enne a casa.

Antonio Chessa Morto Incidente Sassari

Anche se il quadro clinico di Antonio Chessa era sempre rimasto molto grave, tutti avevano sperato in una guarigione. Dopo la sua morte, sono stati scritti tantissimi messaggi sui social network per salutarlo un’ultima volta. Questo uno dei più significativi: “Hai avuto tanta forza per lottare ma la vita è miserabile con le persone più buone… Dall’alto hanno deciso che era meglio portarti via, di portarti al sicuro. Ora fai ridere gli angeli”. Una notizia devastante per i suoi familiari più stretti e coloro che gli volevano bene.

La Sardegna era stata scossa qualche settimana fa dalla morte di Adriano Pinna, che si trovava in sella alla sua moto. Il sinistro mortale si era verificato verso le ore 15.30 di mercoledì 15 dicembre sulla statale 597, che collega le città sarde di Sassari e Olbia. Il punto esatto dell’impatto era avvenuto al chilometro numero 42, nelle vicinanze di Oschiri, un paese in provincia di Sassari. Sul posto erano prontamente intervenuti i carabinieri.


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004