“Addio, Antonella”. Infermiera muore a 40 anni, i colleghi: “In ospedale a lavorare fino all’ultimo”

Si è spenta a 40 anni dopo aver lottato contro una malattia che non le ha dato scampo. Ha lavorato fino all’ultimo in corsia l’ospedale Versilia di Lido di Camaiore. E lo ha fatto con tanto amore e con grande dedizione. Per questo la sua morte ha lasciato tutti senza parole. Si è dovuta arrendere a una grave malattia Antonella Drago, infermiera dell’ospedale Versilia.

Come scrive La Nazione, Antonella Drago era originaria della Sicilia ma viveva a Lido di Camaiore con il marito Francesco Granata, anche lui infermiere al Versilia. Entrambi amavano il Carnevale. La sua passione per il lavoro era riconosciuta da tutti: ecco perché adesso la sua assenza si fa più pesante. Sui social la Usl Toscana nord ovest ricorda così Antonella Drago.

antonella drago morta 40 anni

“L’Azienda USL Toscana nord ovest esprime il proprio cordoglio per la prematura scomparsa, ad appena 40 anni, di Antonella Drago, infermiera della pre-ospedalizzazione e poi della programmazione chirurgica dell’ospedale Versilia. Antonella stava lottando con grande coraggio contro una grave patologia e, compatibilmente con le necessarie cure, continuava comunque a lavorare con la consueta professionalità e regalando sempre ai colleghi la sua solarità e il suo sorriso contagioso”.


ospedale versilia

“Verrà sempre ricordata con stima e affetto da tutti coloro che l’hanno conosciuta e hanno lavorato con lei – prosegue il messaggio di cordoglio pubblicato su Facebook dall’Usl Toscana nord ovest -. La direzione aziendale, la direzione dell’ospedale Versilia, la direzione infermieristica e tutti gli infermieri che hanno avuto la fortuna di lavorare al suo fianco esprimono la propria vicinanza alla famiglia di Antonella e al compagno Francesco, anch’egli infermiere, impegnato precedentemente al Versilia e adesso in altra sede”.

ospedale

Nonostante fosse affetta da una grave patologia, Antonella Drago ha continuato a lavorare e a prodigarsi per colleghi e pazienti. Decine i messaggi di cordoglio che sono apparsi per commentare il post su Facebook della Usl Toscana nord ovest. “Ciao indimenticabile creatura – scrive un utente -. È difficile pensare che non ci sei più”. “La voglio ricordare il giorno che è arrivata al Versilia mi ha colpita profondamente il suo ottimismo e la sua voglia di vivere…nonostante tutto. Una ragazza dolcissima”, commenta un altro utente.

Pubblicato il alle ore 15:51 Ultima modifica il alle ore 15:51