Con la bici contro una moto, Alessio non ha avuto scampo: morto a 42 anni

Un tragico incidente è avvenuto nella mattinata di sabato 6 febbraio intorno alle 12 e 30 a Semonzo di Borso, borgo ai piedi del massiccio del Monte Grappa, lungo via Generale Giardino. Il Comune, in provincia di Treviso, si trova al confine con Vicenza. Coinvolti nel sinistro un ciclista e un motociclista, che procedevano in direzioni opposte e che si sono scontrati frontalmente all’altezza di un tornante. Purtroppo il ciclista, Alessio Massaro, 42enne trevigiano di Montebelluna, è morto in seguito alle ferite riportate.

Il motociclista, M. P., 42enne veneziano di Musile di Piave, è rimasto ferito. L’uomo è stato recuperato e trasportato nell’ospedale di Vicenza con l’elisoccorso. In questo momento si trova ricoverato nel reparto rianimazione, in gravi condizioni. Sul luogo dell’incidente sono intervenuti medico e infermieri del Suem di Crespano del Grappa. Sul posto anche la Polizia Stradale di Treviso che sta cercando di ricostruire la dinamica del sinistro. (Continua a leggere dopo la foto)


L’incidente è avvenuto all’altezza del quarto tornante per salire sulla Cima Grappa. Alessio, il ciclista, stava scendendo dal monte, mentre il centauro stava salendo. Uno dei due si sarebbe allargato invadendo la corsia opposta. Altro fattore che ha provocato l’incidente è stata la scarsa visibilità che caratterizzava la tarda mattinata sul Grappa. Condizioni meteo che hanno impedito l’intervento dell’elicottero del Suem del 118 di Trevisto. Al suo posto è intervenuto, però, l’elicottero Falco di Pieve di Cadore. (Continua a leggere dopo la foto)

L’impatto tra ciclista e motociclista è stato tremendo. Secondo una prima ricostruzione Alessio Massaro è stato sbalzato dalla sella della sua bicicletta e ha battuto in modo violento sull’asfalto dove è rimasto senza più riprendere conoscenza. I soccorsi di medici e sanitari del 118 sono stati inutili, quando sono giunti sul posto gli operatori non hanno potuto fare altro che constatare il decesso dell’uomo. (Continua a leggere dopo la foto)

I tornanti che portano alla cima del Monte Grappa sono molto frequentati dagli appassionati di ciclismo e già in passato sono stati la cornice di numerose imprese ciclistiche al Giro d’Italia. Alessio Massaro era originario di Signoressa, nel trevigiano. L’uomo lavorava nel Consorzio di bonifica “Piave” come informatico. La sua identità è stata verificata soltanto alcune ore dopo l’incidente dal momento che era uscito senza documenti per il giro in bici.

“Morta dopo un volo di 70 metri”. Un incidente spaventoso, il corpo di Silvia in fondo al burrone

Pubblicato il alle ore 10:45 Ultima modifica il alle ore 11:04