alberto andreani morto annegato

Estate tragica sulle spiagge italiane, Alberto annega a pochi metri dalla riva: per oltre un’ora i medici hanno tentato di rianimarlo

Tragedia a Pesaro. Alberto Andreani, ex pm onorario presso la procura, docente alla facoltà di Giurisprudenza di Urbino ed esperto di sicurezza sul lavoro, è morto all’età di 71 anni. Nonostante il mare fosse particolarmente mosso l’uomo, nel pomeriggio di mercoledì 18 agosto, ha deciso di farsi lo stesso il bagno. Purtroppo però è annegato a poche decine di metri dalla riva di fronte allo stabilimento balneare Ridolfi di Pesaro, dove si recava solitamente.

Mentre il mare era mosso per il vento di maestrale che provoca onde alte l’uomo ha iniziato ad avere difficoltà nel rimanere a galla. I soccorsi dei bagnanti e del bagnino sono stati immediati. Alberto è stato portato a riva e rianimato per oltre un’ora con il defibrillatore. Tuttavia le sue condizioni sono apparse subito disperate. E infatti i tentativi dei soccorritori sono stati tutti inutili e l’uomo è morto. Sul posto è intervenuta la Capitaneria di Porto.

alberto andreani morto annegato

Alberto Andreani era nato il 9 aprile del 1950 e aveva conseguito la laura in Giurisprudenza presso l’università di Urbino il 7 aprile del 1974. È stato magistrato onorario presso il Tribunale della Città delle Marche a partire dal 13 marzo 1996. Lì ha svolto le funzioni di pubblico ministero, o meglio vice procuratore onorario, fino al 22 marzo 2005. Era inoltre docente all’università di Giurisprudenza di Urbino dove insegnava Diritto del Rapporto individuale del Lavoro e Strategia e Politica Aziendale della Sicurezza sul Lavoro per il Corso di Laurea Triennale in Consulente del Lavoro.


alberto andreani morto annegato

La giornata era soleggiata, ma il mare, come detto, era particolarmente mosso. Nonostante il pericolo Alberto Andreani si è immerso nelle acque dell’Adriatico e si è allontanato di diverse decine di metri. Non è ancora chiaro se l’ex pm abbia avuto un malore oppure se sia stato sovrastato dalle onde. Fatto sta che, nonostante i tentativi di rianimazione, l’uomo è deceduto poco dopo essere portato sulla riva.

Alberto Andreani era molto conosciuto in città e la sua morte ha colpito tutta la comunità pesarese. L’ex pm era considerato un nuotatore esperto. La Capitaneria di Porto ha aperto un fascicolo per individuare eventuali responsabilità penali.

Pubblicato il alle ore 12:54 Ultima modifica il alle ore 12:54