Soccorre il nipote 14enne, che muore tra le sue braccia. C’era il nonno alla guida dell’ambulanza

Un terribile incidente è costato la vita ieri a Aggius al 14enne Alessio Pirinu. Per cause ancora da accertare il ragazzo, alla guida della sua bicicletta, è caduto sbattendo violentemente la testa. I soccorsi, sebbene tempestivi, non sono stati sufficienti a salvargli la vita. Tantissimi in messaggio di cordoglio arrivati. “Nemmeno il tempo di gioire per il ritrovamento del piccolo Nicola,e subito un’altra immane tragedia che ha colpito le nostre comunità. Stringiamo tutti in preghiera intorno a Tatiana, Mauro, Ilenia, e tutti i loro familiari. Non esistono parole per confortare questa famiglia, solo preghiere”.


Sarà un’inchiesta ad accertare le cause del decesso di Alessio Pirinu. Secondo le prime ricostruzioni, il ragazzino ha perso il controllo della bici ed è finito a forte velocità in una scalinata, per essere poi scaraventato in avanti prima di impattare violentemente sul manto stradale. Sulla vicenda la Procura di Tempio ha affidato le indagini ai carabinieri.

Alessio Pirinu

A rendere più drammatica la storia di Alessio Pirinu la storia del nonno. Era lui l’uomo alla guida dell’ambulanza chiamata per soccorrere il ragazzo. Conosciuto e amato, Alessio Pirinu è nato e cresciuto ad Aggius, con il padre Mauro, anche lui volontario del 118, la madre Tatiana e la sua sorellina Ilenia, nata nel 2016. “Un grande abbraccio alla famiglia da parte di una mamma in lutto. Non ci sarà parola che vi consolerà ne risposta ai vostri perché – scrive l’utente Ignazia Enna –. Sarà dura, molto dura”.


Alessio Pirinu


E continua: “Sarà dura soppravvivere di ricordi e rimpianti ma sarà necessario farlo, per noi, per loro e soprattutto per i figli che ci restano. Mia figlia mi ha fatto promettere di non impazzire e io, con tutte le mie forze, cercherò di mantenere la promessa. Questo vi auguro cari genitori, tanta forza e tanto coraggio e se potessi strapparvi una promessa, vi chiederei anch’io di non impazzire”.

Alessio Pirinu

Poi un ricordo per Alessio Pirinu. “Ci mancherai angelo”. Alessio Pirinu, 14 anni, vispo e attivo, aveva da pochi giorni sostenuto e superato brillantemente l’esame di terza media. I suoi sogni si sono interrotti in un pomeriggio di inizio estate, un dolore impossibile da capire e durissimo da superare.

Pubblicato il alle ore 11:54 Ultima modifica il alle ore 11:54