Aereo Turismo Padova Precipita Morto Pilota Carbonizzato

Aereo da turismo precipita e va in fiamme: pilota muore carbonizzato. Sul posto i vigili del fuoco

Un’incredibile tragedia si è verificata in Italia nella giornata di sabato 19 giugno. Un aereo da turismo è improvvisamente precipitato e si è schiantato al suolo, all’esterno di un aeroporto civile. In particolare, il velivolo ha finito il suo volo su un parcheggio che si trova adiacente alla strada parallela all’aeroporto. A causa dell’impatto, una persona è deceduta a causa delle ustioni. Infatti, l’aereo ha preso fuoco e a morire è stato proprio il pilota alla guida del velivolo, che non ha avuto chance di salvezza.

Stando ai primi accertamenti, fortunatamente non ci sarebbero altri mezzi o persone coinvolte dall’incidente, che sicuramente avrebbe potuto avere conseguenze ben peggiori. Ad avere la peggio è stato solo l’uomo che pilotava il velivolo, morto dunque carbonizzato. Questo aeroporto civile non è utilizzato dalle compagnie di trasporto passeggeri, quindi soltanto per questa ragione non ci sono state ulteriori vittime. C’è comunque una prima ricostruzione su come potrebbero essere andati i fatti.

Aereo Turismo Caduto Morto Carbonizzato Pilota

Il piccolo aereo da turismo è caduto all’aeroporto civile ‘Gino Allegri’ della città di Padova e sarebbe precipitato durante la fase di atterraggio. Non si sa se sia stato commesso un errore umano o se si sia in presenza di un problema di natura tecnica, ma avrebbe comunque colpito prima un albero e poi si sarebbe distrutto al suolo. Nelle vicinanze del luogo del disastro c’è una strada con molto traffico, quindi se fosse caduto lì ci sarebbe stata la possibilità di causare morti tra gli automobilisti.


Padova Aereo Caduto Aeroporto Morto Carbonizzato Pilota

Il personale del Suem ha accertato quindi il decesso all’aeroporto civile di Padova del pilota. Al lavoro anche i vigili del fuoco, che hanno lavorato alacremente per estrarre il corpo della povera vittima dal velivolo. Hanno anche messo in sicurezza l’area. I pompieri sono intervenuti utilizzando due autopompe, due autobotti e con dodici operatori aiutati dal funzionario di turno e dal comandante Cristiano Cusin. Hanno proceduto allo spegnimento dell’incendio. Il fumo è stato visibile anche a molti metri di distanza.

Un testimone avrebbe visto tutta la scena e avrebbe assistito al tentativo del pilota di evitare l’impatto con il parcheggio dell’aeroporto di Padova, senza però riuscirci. Purtroppo per lui non ha potuto fare altro e si è schiantato per terra, morendo praticamente sul colpo. Ora spetterà comunque alla magistratura fare chiarezza su una vicenda che ha dei punti ancora da chiarire.

Pubblicato il alle ore 17:46 Ultima modifica il alle ore 17:46