Choc alla prima comunione, follia in chiesa. Colpi di pistola, un uomo in prognosi riservata

Acireale, la scena davanti agli occhi di tutti. La vicenda è accaduta nel bel mezzo della celebrazione della comunione presso la chiesa di Santa Maria degli Ammalati, frazione della città siciliana. Scoppia la lite, poi il gesto mirato ha delle precise conseguenze.

Le motivazioni che hanno condotto il 69enne a compiere il gesto riguardavano questioni di posti ridotti in chiesa come normativa prevista dall’emergenza sanitaria ancora in corso. Scoppia la lite e resta gravemente ferito Sebastiano Giovanni Grasso, brigadiere dei carabinieri di 43 anni.

Acireale lite comunione Sebastiano Giovanni Grasso 43 anni ferito colpo pistola

Il brigadiere rimasto ferito si trovava casualmente sul posto, quando è stato colpito dal proiettile sferrato contro di lui dal 69enne nel momento di rabbia. Tutto è avvenuto all’esterno della chiesa, durante la lite scoppiata tra circa una decina di persone e il Nucleo operativo radiomobile.


Acireale lite comunione Sebastiano Giovanni Grasso 43 anni ferito colpo pistola

Un momento di alta tensione e panico, quando non appena sparato il colpo, tutti hanno visto accasciarsi per terra il militare 43enne, che al momento resta ancora grave e la cui prognosi risulta ancora riservata. Sebastiano è stata dunque condotto in codice rosso presso l’ospedale di Catania.

Acireale lite comunione Sebastiano Giovanni Grasso 43 anni ferito colpo pistola
Acireale lite comunione Sebastiano Giovanni Grasso 43 anni ferito colpo pistola

Il 69enne si trovava in possesso dell’arma, una revolver calibro 38, regolarmente detenuta, ma per lui è scattato l’arresto con l’accusa di tentato omicidio e porto illegale di arma da fuoco su provvedimento della Procura di Catania. Il video del momento dello scoppio della lite è stato reso pubblico sul profilo facebook Acireale Social.

Pubblicato il alle ore 09:15 Ultima modifica il alle ore 09:15