Accensione Riscaldamento 2021 Date Fasce Orari

Accensione riscaldamento 2021, date e orari regione per regione. Le varie zone

Sono finalmente state fornite tutte le informazioni riguardanti l’accensione riscaldamento per l’anno 2021. Sono diverse le zone italiane e quindi sono state ufficializzate le fasce con le date. La nostra nazione è stata divisa in zone con la legge numero 10 del 1991 e il DPR numero 412 del 1993. In totale sono sei le fasce da tenere in considerazione e questa suddivisione è stata resa possibile con le differenze positive tra la temperatura convenzionale e quella media esterna quotidiana.

Si parte innanzitutto con la fascia F, che fa riferimento a quei territori decisamente più freddi. Infatti, sono presi in esame le Alpi, Belluno e Trento. In questa circostanza non ci sono assolutamente limiti né per quanto riguarda l’orario né per quanto concerne il tempo. Nella zona E invece dal 15 ottobre si sono accesi i riscaldamenti, che fino al 15 aprile potranno essere in funzione fino a 14 ore al giorno. E qui rientrano numerose province italiane: Alessandria, Aosta, Asti, Bergamo, Biella, Brescia, Como, Cremona. E non solo.

Accensione Riscaldamento 2021 Date Zone

Le altre province sono: Lecco, Lodi, Milano, Novara, Padova, Pavia, Sondrio, Torino, Varese, Verbania, Vercelli e Bologna, Bolzano, Ferrara, Gorizia, Modena, Parma, Piacenza, Pordenone, Ravenna, Reggio Emilia, Rimini e Rovigo, Treviso, Trieste, Udine, Venezia, Verona, Vicenza, Arezzo, Perugia, Frosinone, Rieti, Campobasso, Enna, L’Aquila e Potenza. Poi nella zona D dal primo novembre al 15 aprile, per 12 ore quotidiane, spetterà l’accensione riscaldamento alle province di Lecco, Lodi, Milano, Novara, Padova, Pavia, Sondrio, Torino, Varese, Verbania, Vercelli e Bologna, Bolzano, Ferrara, Gorizia, Modena, Parma, Piacenza, Pordenone, Ravenna, Reggio Emilia, Rimini e Rovigo, Treviso, Trieste, Udine, Venezia, Verona, Vicenza, Arezzo, Perugia, Frosinone, Rieti, Campobasso, Enna, L’Aquila e Potenza.


Accensione Riscaldamento 2021 Date Zone

La zona C comprende l’area adriatica settentrionale e le province di Bari, Benevento, Brindisi, Cagliari, Caserta, Catanzaro, Cosenza, Imperia, Latina, Lecce, Napoli, Oristano, Ragusa, Salerno, Sassari e Taranto. Qui l’accensione riscaldamento per l’anno 2021 inizierà il 15 novembre e terminerà il 31 marzo (massimo 10 ore al giorno). Zona B: Agrigento, Catania, Crotone, Messina, Palermo, Reggio Calabria, Siracusa e Trapani dall’1 dicembre al 31 marzo per un totale massimo di otto ore giornaliere.

Infine c’è la zona A che ingloba le isole  Linosa e Lampedusa e Porto Empedocle. Riscaldamenti accesi dal primo dicembre al 15 marzo per 6 ore al giorno. Per quanto riguarda tutti i comuni anche piccoli che non sono nominati in queste zone italiane, devono prendere in esame gli orari e le date dei comuni più vicini e quindi dovranno rispettare quelle regole.

Pubblicato il alle ore 14:33 Ultima modifica il alle ore 14:33