Elena Ceste, spunta una pista choc: uccisa da un amico di Facebook o da un suo killer?


Nessuna grande novità dalle indagini sulla morte di Elena Ceste, da qualche settimana gli inquirenti sembrano fermi a un punto morto, pur continuando a cercare elementi. Da giorni, però, circola una indiscrezione che, però, è ancora tutta da verificare. Se confermata potrebbe addirittua scagionare l’ex marito Michele Buoninconti, finora unico indagato. Una nuova pista – non confremata né smentita dalla procura – parla di un killer sconosciuto, estraneo al nucleo familiare, che potrebbe aver sequestrato la Ceste per poi ucciderla dopo un tentativo di violenza andato male. Di più, alcune voci ritengono che il presunto killer, sarebbe solo un esecutore materiale, che avrebbe compiuto l’omicidio sotto ordine di un presunto mandante, forse uno degli “amici” Facebook di Elena di cui si è tanto parlato, e presumibilmente dietro compenso. Si tratta, meglio ribadirlo, di ipotesi non confermate. A indirizzare verso questa nuova ricostruzione, sarebbe soprattutto la mancanza di indizi gravi nei confronti di Michele: benché siano stati sentiti più di 70 testimoni, non sarebbe emerso alcun dettaglio in grado di “appesantire” la posizione di Michele.

Giallo Elena Ceste, il cellulare incastra il marito: non ha detto la verità