‘Ndrangheta, il vescovo sospende le processioni


Stop a tutte le processioni religiose nella diocesi di Oppido-Palmi. Lo ha deciso il vescovo, monsignor Francesco Milito, dopo l’inchino alla casa del boss Peppe Mazzagatti durante la processione della Madonna delle Grazie a Oppido Mamertina del 2 luglio scorso, episodio che ha provocato roventi polemiche nel Paese. La sospensione a tempo interminato è stata comunicata dal vicario generale della diocesi monsignor Giuseppe Acquaro a tutto il clero riunito a Rizziconi in una struttura diocesana.
“La scelta del vescovo è finalizzata ad avviare una profonda riflessione sullo svolgimento delle processioni dopo quanto accaduto a Oppido Mamertina”, ha spiegato Acquaro, “ed è stata accolta con un convinto applauso da parte di tutti i sacerdoti”.