Riempito di botte 2 mesi fa, muore il giovane 30enne


È finita l’agonia di Natalino Migliaro. Dopo più di due mesi in riabilitazione il giovane ha smesso di vivere. Rimasto vittima di un aggressione il 5 ottobre scorso mentre era in compagnia della sua fidanzata, era stato ricoverato all’ospedale San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona di Salerno.

(Continua  a leggere dopo la foto)



Fu trasferito poi al centro riabilitativo di Campolongo, dove è morto per un arresto cardiaco. Il 30enne venne aggredito e percosso a Battipaglia, dopodiché la fidanzata fu violentata. Gli aggressori rimangono tuttora sconosciuti e le indagini proseguono.

Leggi anche: Donna di 30 anni muore in aeroporto dopo il metal detector