“Ora staremo per sempre insieme”, l’ultimo sms dell’omicida-suicida di Rapallo


“Non posso farne a meno. Adesso staremo x sempre insieme tutti e tre”. Alessio Loddo aveva già accoltellato a morte sua moglie Gisella quando ha inviato a sua sorella questo sms, insieme a un altro con indicazioni per gestire il suo conto corrente e affidare a qualcuno i suoi cani. Ha anche lasciato una lettera sul tavolo. Poi ha preso suo figlio Francesco, 13 mesi, e si è gettato nel vuoto. Il giorno dopo l’omicidio-suicidio di Rapallo emergono altri particolari sulla tragedia che ha sconvolto la cittadina ligure. (continua dopo la foto)



Gli inquirenti hanno trovato nella lavastoviglie i coltelli usati da Loddo e anche un bicchiere con tracce di whisky. I vicini hanno raccontato che  lui e sua moglie litigavano spesso e ieri l’uomo aveva appeso alla porta di casa un cartello: “Anche se ci sentite litigare, non disturbateci”. Un mese fa lui le aveva messo anche del narcotico nell’aperitivo e lei, raccontano le amiche, aveva deciso di lasciarlo. “Vattene via, non ne posso più. E’ finita” ha gridato ieri Gisella nell’ultima tragica lite.

Uomo uccide la moglie poi si suicida con il figlio