Mafia romana: “Sopra Carminati c’è un insospettabile”


Antonio Mancini detto l’Accattone della Banda della Magliana lascia trapelare, senza fare nomi, chi c’è a comandare sopra Massimo Carminati durante un’intervista al Fatto Quotidiano. Il Guercio della Magliana prese il posto di Renato de Pedis dopo la sua morte. Perché “di tutti gli altri che c’erano attorno a Renato, era l’unico ad avere lo spessore giusto, appellava De Pedis come presidente, ci sono le intercettazioni a raccontarlo, ed era l’unico a poter riacchiappare i fili della varie componenti” racconta il criminale romano.

(Continua a leggere dopo la foto)



Mancini conosce Carminati fin da quando erano ragazzi e lo ha visto crescere. Secondo le sue dichiarazioni ci sarebbe qualcuno sopra di lui, un “insospettabile”, uno dei ripuliti. “C’è sempre qualcuno dei ripuliti a comandare, a stare sopra, senza i ripuliti non andremmo da nessuna parte”. L’ex boss della Banda del Magliana dice che Carminati verrà liberato a breve altrimenti dovrebbero arrestare tantissime persone. Dopodiché spiega che quelli come lui sono il terzo mondo di Carminati, il quale sarebbe nel gradino di mezzo; e il mondo di sopra si salverà e porterà con lui quello di mezzo.

Leggi anche: Mafia Capitale, il video dell’arresto del boss Massimo Carminati