La madre di Loris al telefono con il marito quando il bimbo era in casa


Sono le telefonate ora al centro delle indagini per cercare di sciogliere il giallo della scomparsa e della morte del piccolo Loris. Nei 36 minuti tra le 8.49 e le 9.25 di sabato 29 novembre, quelli in cui secondo le riprese delle telecamere Veronica Panarello rimane sola con il figlio Loris nell’abitazione di via Garibaldi e che deve ancora spiegare, la donna parla al telefono una sola volta: con il marito. E’ quanto sarebbe emerso dall’analisi dei tabulati del telefono della madre di Loris. A chiamare sarebbe il padre del bimbo, pochi minuti prima che Veronica esca di casa. Dai tabulati sarebbe inoltre emerso che quella mattina, fino a quando si presenta alla Falcone e Borsellino per prendere Loris – che però a scuola non sarebbe mai andato stando al racconto delle telecamere posizionate a Santa Croce Camerina – Veronica Panarello avrebbe parlato al telefono una decina di volte, alcune volte ancora con il marito e le altre con appartenenti al nucleo familiare. Una mezza dozzina sarebbero invece gli sms, alcuni dei quali ricevuti sul telefono della donna dal gestore telefonico: segno che qualcuno l’ha chiamata ma il telefono era spento o non raggiungibile.








Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it