“È lui l’aggressore”. Marta, la 26enne accoltellata per strada: sconcerto per l’età del ragazzo


Mogliano Veneto, aggredita una runner di 26 anni. Il sindaco parla dell’aggressore. Erano circa le 17 quando Marta Novello, 26 anni, è stata accoltellata durante il jogging. La giovane donna correva lungo via Marignana, poco distante dall’agriturismo “Al Vecio Moraro”, quando l’aggressore si è avventato sul suo corpo, colpendola con circa otto fendenti. Marta è stata trovata in un fossato e portata in codice rosso presso l’ospedale.

Marta, studentessa di Lingue, versa ancora in una situazione grave. Lotta tra la vita e la morte, ricoverata presso la terapia intensiva dell’ospedale Ca’ Foncello di Treviso. Il drammatico episodio lascia senza parole un’iter comunità e stando a quanto ricostruito in un primo momento, l’aggressore si sarebbe trovato in sella a una bicicletta, dalla quale sarebbe poi sceso per minacciare la 26enne con un coltello da cucina. (Continua a leggere dopo la foto).






Marta ha urlato al punto da fare accorrere due operai di turno presso un cantiere della zona. Sul posto, il pronto intervento dei carabinieri e Suem. L’aggressore, in stato confusionale, è stato bloccato dagli agenti e trasferito presso la caserma a Mogliano dunque al comando provinciale di via Cornarotta a Treviso. Non ancora del tutto chiari i moventi che hanno spinto il 15enne a compiere un simile gesto. (Continua a leggere dopo la foto).






Marta è stata sottoposta a un delicato intervento chirurgico, ma le sue condizioni rimangono gravi. Al contempo sull’accaduto ha parlato il primo cittadino di Mogliano Veneto,  Davide Bortolato: “Siamo sconvolti da quello che è successo non siamo abituati a queste aggressioni, a questi episodi. Gli inquirenti stanno ancora ricostruendo il movente e dell’aggressione stanno capendo coso è successo”. (Continua a leggere dopo le foto).



E il sindaco conclude: “Si tratta di una strada dove la gente viene a passeggiare o fare footing e la ragazza stava passeggiando è c’è stata questa aggressione. Siamo in apprensione per il suo stato che dicono essere grave, è ricoverata al Ca’ Foncello, incrociamo le dita e preghiamo per lei”. L’aggressore di soli 15 anni, moglianese ma di origini straniere,  aggiunge il sindaco: “Era conosciuto come un bulletto di quartiere, ha violato in più di un’occasione le norme anti Covid…  nonostante questo non ci capacitiamo di quello che è avvenuto”.

Cinema in lutto, addio all’attore. Una carriera di successi tra film di successo e serie tv

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it