“Addio, ragazzo”. Perde il controllo della moto e Raffaele muore a 33 anni


Raffaele Smaldone, motociclista e capitano dell’esercito di 33 anni, è morto nella tarda mattinata di oggi a causa di un incidente stradale avvenuto a Roma, in via del Foro Italico. Sul posto, oltre ai soccorritori del 118 che hanno provato a salvare la vita dell’uomo, anche gli agenti del II gruppo Parioli della Polizia Locale per i rilievi del caso e ricostruire la dinamica dell’incidente, al momento ancora poco chiara.

Gli operatori del 118 hanno portato immediatamente Smaldone in codice rosso all’ospedale Sandro Pertini, ma per lui non c’è stato nulla da fare. È morto qualche ora dopo il trasporto in ospedale nonostante gli sforzi dei medici per tenerlo in vita. Al fine di effettuare i rilievi, gli agenti hanno chiuso il tratto di strada in cui è avvenuto l’incidente, per poi riaprirlo verso le 17. (Continua a leggere dopo la foto)






Secondo le prime informazioni, quello in cui è rimasto coinvolto il 33enne sarebbe un incidente autonomo. Resta da capire cosa gli abbia fatto perdere il controllo del mezzo all’altezza di via Salaria. Poco dopo un altro incidente si è verificato a Roma, sul Grande Raccordo Anulare. (Continua a leggere dopo la foto)








All’altezza di Gregna di Sant’Andrea un’auto e un furgone si sono scontrate per cause ancora in via di accertamento al km 43,300. A causa dell’impatto la conducente della macchina è deceduta sul colpo. Ignote le condizioni delle persone a bordo del furgone. La corsia di marcia lenta del Gra è stata chiusa per consentire alle forze dell’ordine di effettuare i rilievi del caso. (Continua a leggere dopo la foto)

 


Solo poco più di 24 ore prima, un’altra persona è morta sul Grande Raccordo Anulare: un uomo ha cercato di attraversare la carreggiata poco prima dell’alba ed è stato centrato da una monovolume che non ha fatto in tempo a frenare. È morto sul colpo a causa della gravità dell’impatto.

Ti potrebbe anche interessare: “Sei un grande st***”. La pupa e il secchione, uno dei concorrenti inizia a piangere disperato: “Fai schifo!”

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it