Tragedia in casa. Muore bimba di 2 anni, colpita in testa da una stufa mentre gioca


Bambina morta schiacciata da stufa. Tragedia a Cabiate, comune di 7500 abitanti della provincia di Como, in Lombardia, quando lunedì 11 gennaio, intorno alle 18,30, in un appartamento di via Dante Alighieri una bambina di due anni è rimasta gravemente ferita in drammatico incidente domestico.

Secondo quanto ricostruito dai quotidiani locali, la piccola è stata stata colpita alla testa da una stufetta di piccole dimensioni che le avrebbe causato un trauma cranico e conseguente arresto cardiocircolatorio. Inizialmente la situazione non sembrava preoccupante, anche perché la bambina aveva ripreso a giocare, ma qualche ora dopo ha perso conoscenza e i genitori hanno allertato il 118. (Continua a leggere dopo la foto)






Molto probabilmente, visto che la piccola aveva ripreso a giocare, i genitori non si erano preoccupati e solo dopo circa tre ore, quando è comparso un evidente ematoma sulla testa della bambina, è stato dato l’allarme al 118, intervenuto sul posto con con ambulanze e un’eliambulanza insieme ai carabinieri di Cantù. (Continua a leggere dopo la foto)






Trasferita in condizioni gravissime all’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, la piccola non ce l’ha fatta. Stando a quanto riportato da Areu, l’Azienda regionale emergenza urgenza della Lombardia, la bambina è stata sottoposta a rianimazione sul luogo dell’incidente per poi essere trasportata nel nosocomio di Bergamo. (Continua a leggere dopo la foto)



 

Per lei, purtroppo, non c’è stato nulla da fare. Vani tutti i tentativi dei medici di salvarle la vita. Sul luogo dell’incidente sono intervenuti anche i carabinieri della compagnia di Cantù. Spetterà ai militari dell’arma chiarire l’esatta dinamica dell’incidente domestico e capire se ci siano responsabilità da parte di chi avrebbe dovuto sorvegliare la bambina.

Cinema in lutto. Il celebre attore che ha lavorato coi più grandi stroncato dal Covid

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it