“Servono altri sacrifici”. Covid, Conte: “Arriva impennata di contagi”. La situazione


A poche ore dal nuovo Dpcm si accende la polemica e si scaldano gli animi. Tre regioni avrebbero chiesto l’estensione della zona arancione su tutto il territorio nazionale mentre dalla sede della protezione civile di Marghera il governatore del Veneto Luca Zaia attacca. “Il Veneto ha i suoi problemi, certo c’è una forte pressione ospedaliera, ma non è il lazzaretto d’Italia”.

“Questa faccenda del numero assoluto di positivi è una farsa: certo, noi facciamo più tamponi e troviamo più positivi: non possiamo paragonare il Veneto che fa 60mila tamponi al giorno con chi ne fa solo 400. E per quanto riguarda il tasso di ospedalizzazione il Veneto è al quinto posto dietro ad altre quattro regioni”.Quindi Zaia ha spiegato che “il Veneto avrà le restrizioni che dovrà avere rispetto all’andamento dell’epidemia, ma la decisione dovrà essere presa con parametri uguali per tutte le regioni. Oggi al tavolo con il governo questo è stato chiaro e lo ha sottolineato lo stesso ministro Speranza”. Continua dopo la foto






“Con il governo abbiamo discusso questa mattina sul prossimo Dpcm, ma siamo ancora nella ‘fase di riscaldamento a bordo campo’ – ha spiegato e riporta Adnkronos – abbiamo parlato dei temi delle classificazioni per le zone di rischio e da tutti i colleghi governatori è stato chiesto che la strategia sia di una voce univoca sulle misure da prendere”. Continua dopo la foto






E ancora: “L’Iss è il massimo organo scientifico che decide la colorazione dell’area, ma non è possibile poi che subito dopo vi sia un dibattito su tutti: c’è chi vuole il lockdown, chi la zona gialla, chi la zona rossa, chi non vuole nulla. Ci vuole quindi un punto di sintesi scientifico”. Chi non si fa illusioni è il premier Giuseppe Conte. Poco fa al Tg3 il premier non ha dato tante speranze. Continua dopo la foto



 


“Sta arrivando una impennata dei contagi, dopo Gran Bretagna, Irlanda Germania, sta arrivando anche da noi e non sarà facile, dobbiamo fare ancora dei sacrifici” ha affermato. Parole che arrivano a poche ore ormai dal nuovo Dpcm e dalle parole del ministro per gli Affari Regionali Francesco Boccia che, nella riunione con Regioni, Anci e Upi rivendica il lavoro svolto.

Ti potrebbe interessare: “Tutta Italia in zona arancione”. Covid, la richiesta al governo arriva dalle regioni. Cosa sta succedendo

Tags:

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it