Assicurazione auto, cambiano le regole: addio al contrassegno sul parabrezza


Un’altra novità in vista per gli automobilisti italiani. Da aprile 2015 non ci sarà più l’obbligo di esibire il tagliando cartaceo dell’assicurazione sul parabrezza. La nuova norma vale sia per le auto che per le moto. Polizia e vigili urani potranno controllare automaticamente l’avvenuto pagamento della polizza assicurativa, incrociando la lettura della targa del veicolo con l’archivio della Motorizzazione civile che, oltre ai dati dei mezzi circolanti, raccoglie anche quelli sulle polizze. In realtà questo già avviene in alcuni comuni dove la polizia locale è dotata del sistema elettronico “targa system” che, partendo dalla targa, rintraccia auto rubate, non revisionate e ora anche quelle che circolano sprovviste di assicurazione.

(continua dopo la foto)







 

Un provvedimento che si rende necessario per contrastare il fenomeno crescente dei veicoli pirata, cioè non coperti da Rc. Difatti, secondo l’ultimo rapporto dell’Ania (l’Associazione nazionale delle imprese assicuratrici) in Italia circolano oltre tre milioni di veicoli senza assicurazione. La novità rispetto a quanto accade già oggi, consiste nel fatto che non sarà più necessario controllare il singolo veicolo per poi inoltrare i dati in archivio, ma sarà possibile effettuare verifiche su più mezzi contemporaneamente. Basterà, per esempio, il semplice passaggio sotto un varco Ztl o un tutor autostadale.  Inoltre, con l’uscita di scena del tagliando cartaceo, è destinato a crollare anche il mercato della falsificazione dei contrassegni.

Assicurazioni auto, ecco come cambieranno tra scatole nere e ispezioni preventive…

Multe “automatiche” per chi non fa la revisione? Non è vero

 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it