Aspetta che si addormentino e uccide i figli nel sonno. Pietro e Francesca avevano 13 e 15 anni. L’uomo di 49 anni ha poi usato lo stesso coltello su sé stesso


Omicidio-suicidio a Trebaseleghe, in provincia di Padova, dove un padre ha ucciso i suoi due figli minorenni e poi si è tolto la vita con un coltello. L’uomo, che avrebbe circa 50 anni, avrebbe accoltellato i figli di 15 e 13 anni nella sua casa. L’uomo ha accoltellato alla gola i figli che erano ospiti da lui per qualche giorno. Francesca, 15 anni, e Pietro, 13, sono stati uccisi alle 14 di oggi dal loro papà Alessandro Pontin, 49 anni, nel suo appartamento al civico 85 di via Sant’Ambrogio, a Trebaseleghe. L’uomo, originario di Noale, in provincia di Venezia, si è poi reciso carotide e giugulare con la stessa arma, morendo anche lui sul colpo.

Sul posto i carabinieri del Nucleo Investigativo di Padova, impegnati nelle indagini, e i sanitari del 118. Le salme sono state trasportate all’ospedale di Padova per gli esami autoptici, come disposto dall’autorità giudiziaria sul posto. La scoperta dei cadaveri in tarda mattinata è stata fatta dal fratello dell’omicida, zio dei due ragazzi, che ha poi chiamato subito i carabinieri. Inizialmente sembrava che l’uomo avesse semplicemente sequestrato i due ragazzi – Francesca e Pietro – ma poi è arrivata la tragica scoperta. (Continua a leggere dopo la foto)






L’uomo era divorziato da tempo dalla moglie, e madre delle due giovani vittime, che vive in un’altra casa, poco lontano. Non è ancora stato stabilito se il raptus sotto la spinta del quale il 49enne ha agito sia scattato ieri sera, mentre i fratelli si erano appena addormentati o stamattina presto. (Continua a leggere dopo la foto)









Ma dalle prime ricostruzioni investigative emerge un particolare che rende la tragedia ancora più orribile: pare che i ragazzi abbiamo capito cosa stava succedendo, forse hanno visto il papà già con il coltello in mano e ne avrebbero intuito le intenzioni, e così avrebbero cercato infatti di fuggire. Ma Pontin è stato implacabile e ha raggiunto i due ragazzi, si è avventato su di loro e li ha accoltellati entrambi alla gola. (Continua a leggere dopo la foto)

 


Pontin, falegname, con la passione per la filosofia olistica e i massaggi orientali, aveva una nuova compagna. Chi lo conosce dice che stava attraversando un periodo positivo dopo la separazione. Nessuno poteva immaginare l’orrore che lo ha armato contro i suoi figli.

Ti potrebbe anche interessare: The Voice Senior, sorpresa finale di Al Bano alla figlia Jasmine. Brividi e applausi

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it