Violento nubifragio si abbatte sulla città: fango, strade allagate e persone portate in salvo in braccio


Crotone, panico tra i cittadini. La citta calabrese si è trovata circondata dall’acqua in seguito al nubifragio scatenato nelle ultime ore. Allerta meteo rossa, diffonde il panico tra la popolazione. Necessario il pronto intervento da parte dei vigili del fuoco ancora impegnati sul post per liberare vie invase dall’acqua, ma non solo automobili, garage e scantinati. A pagare di più sono le aree più periferiche.

Particolarmente colpite le zone Margherita, Poggio Verde e il quartiere di Tufolo. Il comune di Crotone, in una nota fa sapere: “La situazione in queste ore è destinata a peggiorare. Restare a casa per sicurezza e per non ostacolare il lavoro delle squadre di soccorso”. Colpito anche il centro cittadino. Il nubifragio è avvenuto dopo l’allerta meteo rossa lanciata dalla Protezione Civile. (Continua a leggere dopo la foto).






E le squadre dei Vigili del fuoco e della protezione civile sono ancora impegnati in numerosi interventi per riuscire a liberare le aree invase in seguito alla bomba d’acqua. Pioggia incessante a partire dalla tarda serata che ha continuato a riversarsi per tutta la notte.  Uno scenario allarmante per il risveglio dei crotonesi, che hanno assistito a uno scenario caratterizzato da allagamenti e fango. (Continua a leggere dopo la foto).






Fortunatamente, nonostante l’impatto violento in seguito al maltempo, non sono stati registrati al momento danni a persone. La tensione rimane ancora alta anche alla luce delle previsioni meteo che sembrano non voler dare una tregua. L’Esaro e i suoi canali sono i sorvegliati speciali. Intanto alcune zone della città risultano essere anche senza corrente elettrica, si apprende da La Gazzetta del Sud. (Continua a leggere dopo le foto).



E dalla stessa testata giornalistica si legge che tra le “sette e le otto del mattino sono caduti quasi 200 millimetri d’acqua che sono andati ad ingrossare tutti i corsi d’acqua già al limite dello straripamento per la pioggia che era caduta altrettanto abbondante nella notte”.  Vincenzo Voce, primo cittadino, ha indetto una seduta permanente del Centro operativo comunale di protezione civile in contatto costante con prefettura, protezione civile e vigili del fuoco. E  ‘restare a casa per motivi di sicurezza’ risulta per i crotonesi più necessario che mai.

Lui 18 anni, lei 17 e incinta, addio Angelica e Steven. Lo schianto fatale contro un trattore

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it