Frontale tra due auto, muore bambino di 5 anni. La madre è gravissima


Una giornata da dimenticare per il Veneto. In provincia di Rovigo, a Giacciano con Baruchella, un’immane tragedia ha scosso un tranquillo lunedì come tanti altri. Una giovanissima vita spezzata dal destino e da un terribile incidente stradale che non gli ha lasciato scampo. Verso le ore 13 c’è stato un impatto violentissimo tra due automobili, una Chevrolet Matiz e un’Audi A6. Nello scontro è rimasta vittima un bambino di appena cinque anni. Una morte inaccettabile.

Alla guida della prima vettura c’era proprio la madre del piccolo, che è stata trasportata in ospedale in condizioni gravissime. Sta quindi lottando in queste ore tra la vita e la morte. Alla guida dell’Audi A6 c’era invece un’altra persona che fortunatamente non ha riportato gravi ferite e non è quindi in pericolo. Da parte della Procura della Repubblica di Rovigo è arrivata la decisione di porre sotto sequestro entrambi i mezzi coinvolti nel sinistro, risultato fatale al bimbo Steve Luchin. (Continua dopo la foto)






Sul posto sono prontamente intervenuti i carabinieri e la polizia stradale, che hanno deciso di deviare il traffico ed eseguire i rilievi del caso. La madre di Steve è stata intubata dal personale del Suem ed è stata subito trasportata al pronto soccorso dell’ospedale di Rovigo. La famiglia della giovanissima vittima era originaria del comune di Badia e da poco era andata ad abitare a Giacciano. L’incidente si è verificato precisamente nelle vicinanze del centro commerciale ‘Il Faro’. (Continua dopo la foto)






Dunque, sia la signora che il piccolo erano a bordo della Chevrolet Matiz. Al momento non è ancora chiara la dinamica dell’incidente, ma si sa che per cause in corso di accertamento si è scontrata fatalmente contro l’altra vettura. Il guidatore dell’Audi A6 ha avuto qualche contusione di poca entità. Si è fatto il possibile per salvare la vita di Steve, ma nonostante siano stati effettuati i tentativi di rianimazione, non si è potuto fare altro che constatare il prematuro decesso del bambino. (Continua dopo la foto)



Sono arrivati sul posto anche i vigili del fuoco di Castelmassa, che hanno messo in sicurezza la zona usando alcune cesoie, i divaricatori e i martelletti idraulici. Hanno estratto dalle lamiere la donna, che ha ricevuto cure immediate. Al bimbo sono state praticate le manovre per rianimarlo, ma il medico ha constatato la sua morte. Le operazioni dei pompieri sono state molto lunghe, infatti sono durate più di tre ore.

Coronavirus, mamma e papà muoiono in pochi mesi: bimbo resta orfano a 4 anni

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it