Schianto nella notte, Luca muore sul colpo a 21 anni. Gravi due ragazzi di 19 e 24 anni


Terribile incidente nella serata di ieri sulla Strada Statale 47 Trento-Padova nei pressi di Tenna, esattamente al km 114 vicino ad una galleria. Nello schianto sono rimaste coinvolte due automobili, una Panda ed una Punto. Purtroppo il bilancio è pesante: a causa dello scontro è rimasto ucciso colui che era alla guida della Punto, un ragazzo di 21 anni. Feriti invece i ragazzi che si trovavano sulla Panda, una 24enne di Trento ed un 19enne di Perigine.

A perdere la vita è stato Luca Maurina, 21enne di Trento ma residente a Levico. Gli altri due ragazzi rimasti feriti sono stati trasportati con l’elisoccorso all’ospedale Santa Chiara di Trento. Le cause dell’incidente non sono ancora chiare e per questo si stanno svolgendo tutti i rilevamenti del caso. Con ogni probabilità il motivo dello scontro è da attribuire ad un’invasione di corsia e l’impatto, frontale, è stato tremendo. (Continua a leggere dopo la foto)






A cercare di ricostruire la dinamica dell’incidente è la polizia locale di Perigine. Per estrarre i giovani dalle autovetture è stato necessario l’intervento dei vigili del fuoco giunti sul posto. Per ripristinare la viabilità sono intervenuti, oltre agli agenti di polizia locale, anche i carabinieri di Borgo Valsugana. Purtroppo, però, questo non è stato l’unico incidente della nottata. Poco prima delle 3 di mattina una macchina con a bordo quattro persone è andata fuori strada all’altezza di Barco di Levico, provincia di Trento. Il guidatore ha perso il controllo dell’auto che si è andata a schiantare contro un albero. (Continua a leggere dopo la foto)






Per quanto riguarda questo secondo incidente non si registrano vittime, ma un uomo di 27 anni è ricoverato all’ospedale Santa Chiara di Trento in gravissime condizioni. Le altre persone coinvolte nell’incidente, due ragazze di 27 e 20 anni ed un ragazzo di 18, sono rimaste ferite, anche se non se conosce la gravità. (Continua a leggere dopo la foto)



Proprio questa estate, in merito agli incidenti stradali, è stata resa nota una relazione di Aci e Istat. Agosto, con 2,2 morti ogni 100 incidenti, si è confermato come il mese più pericoloso. Per quanto riguarda invece il numero di decessi si registra una lieve diminuzione, 3173 contro i 3334 del 2018. Le categorie più a rischio sono i ciclisti (253 vittime) ed i motociclisti (698). Come prevedibile, infine, di notte dalle 22 alle 6 del mattino aumentano sia il numero di morti che di feriti.

Lutto nello sport. Il suo talento si è spento a 21 anni: un tragico incidente non le ha lasciato scampo

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it