Boom di contagi, un altro comune diventa zona rossa: “Situazione difficile”


Marcianise, un aumento vertiginoso dei contagi Covid getta l’allarme in un altro comune campano. Lo ha annunciato il sindaco Antonello Velardi su Facebook, proprio come è accaduto ad Arzano nei giorni precedenti, anche Marcianise diventerà zona rossa. Un numero di contagi che preoccupa e che supera i 200 casi di positività fa correre ai ripari chiudendo tutto.

Anche il paese di Marcianise potrebbe diventare zona rossa. Queste le parole con cui il primo cittadino comunica il provvedimento: “Il paese si appresta ad essere dichiarata zona rossa per l’emergenza covid.Marcianise si appresta ad essere dichiarata zona rossa per l’emergenza covid. La decisione sarà presa nelle prossime ore, il provvedimento scatterà già entro lunedì. La misura è stata richiesta dalle autorità sanitarie per il grave andamento della curva epidemiologica”. (Continua a leggere dopo la foto).






“La zona rossa verrà istituita con un provvedimento del presidente della Regione Campania, in accordo con la prefettura di Caserta. La misura è più severa e si sovrappone a quelle che eventualmente verranno prese dal governo nazionale e regionale. Non chiedetemi i termini del provvedimento che non ho ancora letto semplicemente perché non è stato ancora redatto”. (Continua a leggere dopo la foto).






E ancora: “La zona rossa sarà modellata sullo schema di quella di Arzano: non sarà possibile spostarsi da Marcianise se non nei casi previsti, le attività non essenziali resteranno ferme. Quasi tutti gli uffici comunali resteranno chiusi. Il provvedimento riguarda solo l’area urbana, resta esente la zona industriale. Tutta la popolazione sarà sottoposta ad uno screening di massa, con tamponi a tappeto. La durata del provvedimento è limitata ed è legata all’evoluzione del fenomeno”. (Continua a leggere dopo le foto).



Secondo quanto espresso, si potrebbe assistere alla chiusura di uffici comunali e negozi, ad eccezione di quelli alimentari. L’Asl avvierà uno screening di massa, con tamponi a larga scala per evitare anzitempo la diffusione del contagio nella regione. Un provvedimento che non riesce a rispondere a una durata ben precisa ma che seguirà l’andamento stesso dei numeri del contagio.

Semi-lockdown, il nuovo Dpcm è ufficiale. Cosa succederà da lunedì

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it