Addio Alessandro ‘Flash’, una comunità in lutto per la morte del centauro buono


Addio ad Alessandro Petroni, dipendente del Comune di Guidonia Montecelio. Il 45enne è morto in sella alla sua moto in seguito ad un incidente stradale sulla via Tiburtina La tragedia stradale nella tarda mattinata di domenica 18 ottobre sulla via Tiburtina, nel territorio della Città dell’Aria.

L’incidente è avvenuto all’altezza del chilometro 17,800 della via Tiburtina Valeria in direzione Tivoli. Petroni viaggiava in sella alla sua moto e per cause in via di accertamento, avrebbe perso il controllo del mezzo frenando due volte e finendo sull’asfalto. Caduto dalla moto il 45enne, conosciuto da tutti come ‘Flash’, è stato catapultato sulla corsia direzione Roma dalla quale sopraggiungeva un’auto che nulla ha potuto per evitare l’impatto sia con la moto che con il centauro, investendolo. L’impatto per il 45enne è stato fatale. (Continua a leggere dopo la foto)






Sul posto sono intervenuti i soccorritori e i poliziotti per i rilievi scientifici del sinistro. La salma dell’uomo è stata messa a disposizione dell’Autorità Giudiziaria di Tivoli. L’uomo alla guida della vettura che ha investito Petroni è stato iscritto nel registro degli indagati per “omicidio stradale”. Cordoglio per l’improvvisa morte del 45enne dipendente a Palazzo Matteotti. Il sindaco di Guidonia Montecelio Michel Barbet ha commentato così la prematura scomparsa di Alessandro. (Continua a leggere dopo la foto)






“Sono stato informato che ieri, Alessandro Petroni o meglio Flash come lo chiamavano i colleghi del nostro comune, ci ha lasciati a causa di un incidente stradale. Una vita spezzata che lascia un vuoto profondo tra i familiari, gli amici e tutta la nostra comunità. Alessandro era un lavoratore competente e sempre pronto ad intervenire con prontezza ed affidabilità, ed anche in questo momento difficile per tutto il Paese ha dato il suo grande contributo. Per questo, e con profondo dolore, a nome della Città che rappresento e di tutta l’amministrazione comunale, rivolgo ad Alessandro un affettuoso saluto ed un sincero ringraziamento, e mi stringo intorno alla sua famiglia in questo giorno così triste”. (Continua a leggere dopo la foto)



 

I funerali si si sono svolti ieri mattina alle 11 nella chiesa di Sant’Alessio, a Case Rosse, il quartiere romano ai confini di Guidonia dove la vittima abitava con la compagna Martina. Petroni, dopo il funerale, verrà sepolto proprio a Collegiove, vicino a Rieti, paese di origine dei genitori Mario e Maria.

Rivolta contro il coprifuoco, caos in città: scontri, cassonetti bruciati e devastazione

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it