Il padre entra nella stanzetta della figlia 17enne e resta scioccato. Corre a denunciarla


Accade a Mantova, quando un padre si imbatte per caso in 30 grammi di hashish nascosti nella camera della figlia di 17 anni. Il gesto compiuto dall’uomo, dopo il ritrovamento, è stato davvero sorprendente. Una reazione che nessuno si sarebbe aspettato, men che meno un figlio, soprattutto nel 2020, periodo storico in cui i genitori pur di difendere la propria prole vanno contro agli insegnanti. Questa volta no, non è accaduto, anzi: il padre ha denunciato la figlia.

L’uomo ha chiamato la polizia subito dopo aver trovato il sacchetto con il fumo. La 17enne è stata denunciata alla Procura dei minori di Brescia per detenzione di sostanze stupefacenti. Una decisione complicata per questo papà, ma sicuramente esatta. La ragazza ha provato immediatamente a giustificarsi con il genitore, ma non è riuscita a dissuaderlo e ad ottenere il tanto agognato perdono. Avrà fatto bene il padre? (Continua dopo le foto)











La giovane di 17 anni ha raccontato alla Polizia di aver trovato l’hashish “in campagna” e di averlo “nascosto in camera”. Ha spiegato poi che avrebbe voluto “regalarlo ad un amico“. Gli agenti hanno perquisito in modo ultra approfondito la sua stanza, trovandovi all’interno tutte le prove necessarie per smentire la versione della ragazza. I poliziotti hanno trovato anche un bilancino di precisione, sul cui piattino c’erano alcuni resti di hashish, che sicuramente aveva pesato poco prima del ritrovamento. A questo punto la 17enne è stata trasportata in Questura, dove è stata denunciata a piede libero. (Continua dopo le foto)



Sicuramente una situazione davvero delicata, che ha spinto questo padre a compiere la scelta giusta, per il bene della figlia. Nonostante dall’apparenza pare esserle andato “contro”, lo ha fatto per lei e per il bene degli altri. La Polizia è subito intervenuta, provando a capire come fossero andate davvero le cose. Le giustificazioni della 17enne non sono servite a nulla e la denuncia è stata immediata e necessaria. Si spera che adesso la ragazza non pecchi di immaturità, e che riesca a comprendere l’ottica con cui il suo papà ha compiuto questo gesto.

“La leucemia è tornata”. La confessione di Miguel Van Damme: “Non so quanto potrò ancora durare”

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it