Aldo, 52 anni, perde l’equilibrio e muore infilzato nella recinzione di casa


Tragedia domenica pomeriggio a ridosso del centro storico di Lanuvio (Roma), nella zona sottostante al cimitero del paese. Un uomo di 52 anni, Aldo Roccasecca, mentre stava controllando i danni del maltempo sul muro perimetrale di casa, ha perso l’equilibrio cadendo sulla recinzione. Gravemente ferito a una gamba è stato soccorso dal figlio e portato all’ospedale dei Castelli ma non ce l’ha fatta: è morto poco prima della mezzanotte.

Scossa la comunità lanuvina che si è stretta intorno al dolore della famiglia dell’uomo, un operaio edile, conosciuto in paese, che lascia la moglie e il figlio 18enne. Il sindaco di Lanuvio Luigi Galieti ha espresso il suo cordoglio e la solidarietà dell’amministrazione comunale per il tragico fatto alla famiglia del 52enne. L’uomo era uscito di casa dopo il maltempo che ha caratterizzato l’intero territorio, con precipitazioni che hanno causato allagamenti e smottamenti anche a Lanuvio. (Continua a leggere dopo la foto)






Appena possibile era andato a fare la conta dei danni, ma dopo aver scavalcato un muro di blocchetti, nei pressi di un balcone, è scivolato, andando a colpire una piccola recinzione che gli ha irrimediabilmente reciso l’arteria femorale, provocandogli un rapido dissanguamento. Vano ogni tentativo di salvarlo, da parte dei sanitari del 118, prontamente accorsi. (Continua a leggere dopo la foto)






La salma dell’uomo, sposato e con due figli, è stata messa a disposizione del magistrato di turno, affinché potesse disporne l’eventuale esame autoptico, allo scopo di appurare se si sia trattata di una tragica fatalità, legata proprio ad uno scivolamento dovuto al terreno reso viscido dalle ingenti piogge o se possa essere incorso un malore. (Continua a leggere dopo la foto)



 


Sul posto, per i rilievi e le testimonianze, sono accorsi i Carabinieri della locale stazione. La tragedia ha scosso la comunità lanuvina, che si stringe nel cordoglio alla famiglia di Aldo Roccasecca, duramente colpita.

Ti potrebbe anche interessare: “Non ci posso credere!”. Il sindaco interviene in diretta tv, si volta e accade l’impensabile

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it