L’auto lo travolge mentre attraversa: Giuseppe muore a 26 anni dopo 5 giorni di agonia


Le strade italiane si macchiano ancora una volta di sangue. Dopo aver trascorso cinque giorni di agonia, Giuseppe Travaglino è deceduto a soli 26 anni in seguito ad un incidente stradale. Era originario di Acerra ed è morto mercoledì scorso. Ad ucciderlo un altro giovane, di 19 anni, che lo ha investito con la sua automobile proprio mentre la vittima era intenta ad attraversare la strada. L’episodio è accaduto nella serata di venerdì scorso, a Pomigliano. Una morte inaccettabile per i familiari.

Stando alle prime informazioni trapelate fino a questo momento, colui che lo ha investito è indagato per omicidio stradale, alla luce degli sviluppi negativi. L’indagine è affidata ai carabinieri, che stanno lavorando duramente affinché possa essere fatta piena luce su questa tragedia. Bellissimo il gesto dei suoi parenti, che hanno voluto fornire il loro consenso per la donazione degli organi. In un gruppo Facebook cittadino tantissimi i messaggi inviati in queste ore. (Continua dopo la foto)






Tra i tanti commenti postati sul noto social network, c’è chi ha scritto: “Non ci posso credere, è una tragedia incredibile”, “Ho pregato tantissimo per questo ragazzo. Sono passata sul luogo dell’incidente ed era riverso in una pozza di sangue. Speravo potesse farcela, che la terra ti sia lieve Giuseppe. Riposa in pace”. Di questo tenore dunque i messaggi di comuni cittadini, che hanno voluto manifestare la loro vicinanza alla famiglia, con quest’ultima avvolta da un dolore inimmaginabile. (Continua dopo la foto)






Giuseppe sarebbe stato colpito in pieno mentre il 19enne alla guida della vettura stava tentando un sorpasso. Quando è arrivato al pronto soccorso dell’ospedale, si è capito sin da subito che le sue condizioni fossero disperate. Infatti, si presentava con un grave trauma cranico. Immediatamente i medici avevano optato per un delicato intervento chirurgico per provare a ridurre l’ematoma alla testa. Era stato trasferito nel reparto di terapia intensiva, ma non è bastato. (Continua dopo la foto)



Notizia di oggi invece lo schianto fatale di un giovane di 20 anni, Alessio Greco, a Carpi. Stava percorrendo via Mulini, una strada di campagna che collega Carpi a Campogalliano, quando all’altezza di una semicurva la sua Renaul Clio si è schiantata contro una casa disabitata. Alessio Greco era da solo in auto e dai primi rilievi sembra che abbia fatto tutto da solo, nessun’altra persona è rimasta coinvolta.

15enne si cosparge di benzina e si dà fuoco in cortile. Il padre si lancia nel rogo per salvarlo

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it