13enne precipita dal secondo piano di un hotel. Morto sul colpo


Tragedia a Rimini. Perde la vita un ragazzo di 13 anni a Bellaria Igea Marina, nel Riminese. La notizia viene diffusa dal sito ANSA. Un ragazzo di tredici anni è caduto dal secondo piano di un hotel. In corso le indagini che mirano a comprendere se possa o meno esserci la responsabilità di terzi. A lanciare l’allarme, il personale dell’hotel. Il tredicenne sarebbe dovuto andare a scuola.

Perde la vita cadendo dal secondo piano di un hotel della località balneare nel Riminese, ovvero a Bellaria Igea Marina. Dopo aver ricevuto l’allarme, sul posto sono intervenuti i carabinieri di Bellaria e l’ambulanza del 118. Come riportato sul sito ANSA “al momento si esclude una responsabilità di altre persone”, anche se “gli accertamenti sono in corso”. (Continua a leggere dopo la foto).






Tanti gli interrogativi in seguito alla tragedia. Dal balcone dal quale è caduto il 13enne, i carabinieri hanno trovato lo zaino, motivo che lascia ipotizzare che il minorenne fosse diretto a scuola. Il tragico evento riporta alla memoria un caso analogo, avvenuto nel Riminese durante il mese di agosto; la notizia ha riguardato ancora una volta un minorenne della zona. (Continua a leggere dopo la foto).






Infatti ad agosto sempre un ragazzino di 13 anni è precipitato da un balcone al terzo piano di una palazzina residenziale. Ma la caduta, in quel caso, è stata attutita da un gazebo dalla copertura in tessuto. In ogni caso le condizioni in cui versava il giovane erano tali da doverlo condurre d’urgenza presso l’ospedale Bufalini di Cesena, in gravi condizioni. (Continua a leggere dopo le foto).



E su LaPresse si apprende che l’altezza dal quale il 13enne è precipitato è pari ai 6-7 metri, per cui l’impatto non poteva che essere letale. Sul caso indagano i carabinieri. Secondo quanto si apprende dagli investigatori, la struttura è gestita dalla famiglia. Stando alla prima ricostruzione potrebbe trattarsi di un incidente.

Violentissima tromba d’aria colpisce la città: danni ovunque e paura tra gli abitanti. Soccorsi al lavoro

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it