Violentissima tromba d’aria colpisce la città: danni ovunque e paura tra gli abitanti. Soccorsi al lavoro


Salerno nel vortice del maltempo. Una violenta tromba d’aria si è abbattuta sulla città nella mattinata di oggi. Particolarmente colpita la zona orientale. La tromba d’aria si è formata al largo delle costa: un’immagine impressionante che rimarrà a lungo nella mente dei salernitani. Già dal tardo pomeriggio di ieri l’intera città è stata interessata da temporali che sono durati poi tutta la notte, accompagnati da un forte vento.

La tromba d’aria, che come detto è partita dal mare, ha raggiunto la terra ferma provocando danni a palazzi, attività commerciali e automobili parcheggiate, abbattendo diversi alberi nel quartiere di Torrione. Sul posto sono giunti i Vigili del Fuoco, che insieme alla Polizia Municipale hanno provveduto a mettere in sicurezza la strada e sono al lavoro per rimuovere gli alberi divelti dalla forza della tromba d’aria. Al momento fortunatamente non si registrano feriti, solo tanta paura tra i cittadini. Continua dopo la foto






Da domani e per tutto il weekend più di mezza Italia sarà sotto i nubifragi. Un ciclone in discesa dal Regno Unito raggiungerà il mar Ligure per poi spostarsi, prima verso il Tirreno meridionale e poi in direzione dei Balcani. Nel suo tragitto dispenserà piogge abbondanti o anche molto abbondanti su tante delle nostre regioni. Già da domani un’intensa perturbazione atlantica interesserà buona parte dell’Italia. Continua dopo la foto






Le regioni maggiormente colpite dal maltempo saranno quelle del Nord: Lombardia, Liguria, Veneto, Trentino Alto Adige e Friuli Venezia Giulia; anche il Centro sarà piuttosto coinvolto: Toscana, Lazio (maltempo a fino a Roma), Umbria, Sardegna, mentre al Sud a subire le conseguenze peggiori saranno la Campania (attenzione a Napoli) e la Calabria (versante tirrenico). Sabato le piogge e i temporali si sposteranno proprio al Sud fa sapere iLMeteo.it. Ma sarà domenica che si attiverà una nuova fase di intenso maltempo. Precipitazioni importanti e sotto forma di nubifragio colpiranno in particolare Sardegna, Lazio, Campania, Calabria, Basilicata e Puglia. Continua dopo la foto




 


Nel giro di poche ore su queste aree città potrebbero cadere quantitativi d’acqua fino a 100/150 mm, con il rischio di allagamenti. I venti rinforzeranno da Maestrale sabato e anche da Libeccio domenica, con raffiche che potranno raggiungere addirittura i 100/120 km/h e che renderanno il mare molto mosso o agitato. Il team del sito ilmeteo.it avverte che il vortice, alimentato anche dall’aria fredda, farà crollare le temperature e riporterà pure la neve, che scenderà sui rilievi alpini al di sotto dei 1200 metri (specie in prossimità dei confini).

Ti potrebbe interessare: “Ilenia, non mollare”. In coma da 9 mesi ascolta la voce di Francesco Totti. E succede l’incredibile

Tags:

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it