“Non voglio stare senza lui”. Uccide il figlio di 11 anni e poi si spara


Tragedia familiare nella notte a Rivara Canavese, nel torinese. Claudio Baima Poma, di 47 anni, operaio presso in un’azienda meccanica, nella sua abitazione ha prima sparato al figlio Andrea di 11 anni e poi con la stessa arma, una pistola dai primi accertamenti illegalmente detenuta, si è ucciso. L’uomo, secondo le prime informazioni, sarebbe stato separato dalla compagna e avrebbe sofferto di depressione. I due sono stati trovati in camera da letto. Sul posto i carabinieri per accertare la dinamica dell’accaduto. L’allarme è scattato intorno alle 2.

TorinoToday racconta cosa ha scritto l’uomo su Facebook prima di agire: “D’ora in poi Iris potrai goderti la tua vita in solitaria come hai sempre voluto fare”, lo scrive l’assassino in un lungo post su Facebook pubblicato un’ora prima del delitto rivolto all’ex compagna. Ha ucciso il figlio per vendetta. “Quando abbiamo iniziato a convivere ero l’uomo più felice del mondo, poi é arrivato Andrea, il nostro sogno. Tutto bellissimo fino a quando ho iniziato ad avere problemi di schiena e un danno permanente a una gamba – scrive – Una settimana prima mi avevi chiesto di sposarti ma poi hai iniziato ad allontanarti”. (Continua a leggere dopo la foto)






“Ho rischiato di perdere l’uso delle gambe, da quel momento sono caduto in depressione. Sono stanco dentro, ho la mente distrutta. Sì sono accorti tutti che stavo male, tutti tranne te”. Poi parla del figlio: “ Non potevo stare senza di lui e nemmeno lui senza di me, partiamo per un lungo viaggio dove nessuno ci potrà dividere, lontano da tutto, lontano dalla sofferenza.” (Continua a leggere dopo la foto)






Claudio Baima Poma ha scritto un lunghissimo messaggio su Facebook per annunciare il suo gesto. Tra i commenti c’è chi lo accusa di aver ucciso il figlio per ripicca nei confronti della moglie. (Continua a leggere dopo la foto)



 


“Hai ucciso un bambino innocente nessuno starà in silenzio! Sapevi di essere depresso avresti potuto cercare aiuto ma non uccidere tuo figlio per fare ripicca a tua moglie… tutte queste parole non bastano a perdonare un padre che ha ucciso il proprio figlio”.

Ti potrebbe anche interessare: “Non ce la faccio”. Gf Vip, il concorrente vuole abbandonare la casa: cosa è successo

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it