4 scosse in 4 minuti, trema la regione del Sud Italia. Paura tra la popolazione


Trema la terra in Italia e più precisamente in Sicilia. All’alba di oggi, lunedì 14 settembre, la provincia di Trapani è stata colpita da quattro scosse di terremoto a poca distanza l’una dall’altra. La più forte ha avuto una magnitudo pari a 3.5 gradi della scala Richter. L’epicentro è stato il comune di Vita. Questo movimento tellurico più potente è stato registrato alle ore 5.47. In precedenza c’era stata una scossa di magnitudo 3.1. Altre due hanno avuto Salemi come epicentro della stessa.

Le magnitudo in questo caso sono state 3.1 e 2.1. Dunque, in 4 minuti si sono verificati 4 terremoti. Una sequenza che ha spaventato non poco i cittadini della zona. Stando ai rilievi dell’istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, il sisma più forte ha avuto un ipocentro a 15 chilometri di profondità. Dagli accertamenti fin qui effettuati, non si registrano persone ferite né danni materiali alle cose. Resta la tanta paura derivante da questi improvvisi movimenti sismici. (Continua dopo la foto)






Soltanto pochi giorni fa, ovvero il 9 settembre scorso, un’altra scossa di terremoto aveva interessato sempre la zona intorno a Salemi. In quel caso la magnitudo segnalata era stata pari a 3.4 gradi della scala Richter. Colpita in particolare la parte nord del paese, nelle vicinanze di contrada Filici, vicino al comune di Vita. Numerosi i messaggi social inviati in queste ore per soffermarsi sul sisma. Si è anche parlato di un boato che ha preceduto il movimento ondulatorio. (Continua dopo la foto)






A livello mondiale uno dei terremoti più potenti nell’ultimo periodo è avvenuto il 18 agosto scorso a sud-est dall’isola di Masbate, nella regione di Bicol nelle Filippine con magnitudo 6.6 della scala Richter. “È stato molto forte, ci sono state numerose case danneggiate”, ha riferito il sergente Antonio Clemente in servizio a Cataingan, una città di circa 50 mila abitanti. Sotto un edificio crollato di tre piani è stata estratta l’unica vittima accertata. Si è trattato di un uomo. (Continua dopo la foto)



L’arcipelago delle Filippine è una delle aree sismicamente più attive del mondo e sono frequenti sia i terremoti che le eruzioni vulcaniche in virtù della propria collocazione geografica a cavallo del cosiddetto Anello del Fuoco: in geologia con questa denominazione si indica una zona caratterizzata da numerosissimi terremoti (circa il 90% dei sismi mondiali avvengono all’interno di questa fascia).

“È successo in carcere ai fratelli Marco e Gabriele Bianchi”. Omicidio Willy, cosa hanno fatto gli altri detenuti

Tags:

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it