Preso in pieno da un’auto, muore a 56 anni. Roberto, noto a tutti: “Sempre col sorriso”


L’incidente è accaduto intorno alle 13 di giovedì 6 agosto 2020, in via Equilio al Lido, che collega piazza Drago alla rotonda dello stadio Armando Picchi. La vittima del sinistro corrisponde al nome di Roberto Borella, titolare dell’Hotel Trento a Jesolo. Secondo le prime ricostruzioni Borella stava percorrendo la via in sella alla sua Vespa 250 in direzione dell’impianto sportivo mentre l’auto, una Bmw Serie 1, arrivava nel senso contrario. Il forte impatto lo ha fatto sbalzare dalla sella della moto e lo ha scaraventato a terra. Un incidente che ha segnato la fine di Roberto Borella, lasciando un grosso vuoto nella famiglia e in tutti i cari della vittima. (Continua dopo le foto)











I soccorritori del 118 sono intervenuti immediatamente, in seguito ad una celere chiamata. Una volta arrivati sul posto dell’impatto, i paramedici hanno tentato invano di rianimare l’uomo di 56 anni. Le lesioni riportate si sono rivelate da subito gravissime, rendendo vana ogni manovra di rianimazione. I sanitari non hanno potuto far altro che costatarne il decesso. Le generalità del conducente della Bmw Serie 1 non sono state rese note, gli unici dettagli che si sanno per certo sono che alla guida della macchina ci fosse un ragazzo di 23 anni residente in provincia di Treviso. (Continua dopo le foto)



Il 23enne è indagato dalle forze dell’ordine per omicidio colposo. Davvero moltissimi i messaggi di vicinanza e supporto alla famiglia dell’albergatore scritti sui social network. Roberto Borella era una persona molto amata, e i numerosissimi messaggi di cordoglio ne sono la dimostrazione: “Ti vogliamo ricordare così, proprio com’eri tu, sempre col sorriso e con una battuta pronta per strapparti una risata anche se la giornata andava storta”. Questo quanto condiviso dalla pagina Facebook del Pub Route 66 d Jesolo. A loro hanno fatto eco amici e conoscenti. Roberto Borella lascia la moglie Margit e tre figli, Alessandro, Alessia e Alice.

Mamma e figlio scomparsi in autostrada: “Cosa è successo dopo l’incidente”. Emergono dettagli sulla sofferenza della donna

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it