Coronavirus, aumentano ancora i contagi: crescono anche le vittime


Dieci morti e 384 nuovi casi. Sono i numeri relativi all’emergenza Coronavirus registrati in Italia nelle ultime 24 ore, come reso noto dal Ministero della Salute. I casi totali salgono così a 248.803, mentre i decessi nel Paese dall’inizio della crisi sono 35.181. Attualmente i positivi sono 12.646: di questi, 764 sono ricoverati con sintomi, 41 sono in terapia intensiva e 11.841 in isolamento domiciliare.

Il totale dei dimessi guariti sale a 200.976. L’unica regione con nessun nuovo caso nelle ultime 24 ore è la Valle d’Aosta. In Lombardia si è invece registrato l’incremento più alto con 138 nuovi positivi, seguita dall’Emilia Romagna con 47 e dal Veneto con 41. Intanto nuovi dati promettenti sul vaccino sperimentale anti-Covid ‘targato’ Moderna-Nih: il siero mRNA-1273, attualmente in fase 3, si è rivelato efficace negli studi sui topi, proteggendo i roditori da Sars-Cov-2, come emerge da una ricerca pubblicata oggi su ‘Nature’. Continua dopo la foto






A condurre lo studio gli scienziati del National Institute of Allergy and Infectious Diseases (Niaid) diretto da Anthony Fauci e la società biotech Moderna, insieme a collaboratori dell’Università della Carolina del Nord a Chapel Hill, della Vanderbilt University e l’Università del Texas ad Austin. I risultati mostrano che il vaccino sperimentale ha indotto anticorpi neutralizzanti nei topi dopo essere stato somministrato con due iniezioni intramuscolo da 1 microgrammo (mcg) a distanza di tre settimane. Continua dopo la foto







Ulteriori esperimenti hanno scoperto che i topi sottoposti a due iniezioni da 1 mcg e infettati con il virus 5 o 13 settimane dopo la seconda iniezione erano protetti: non c’era traccia di replicazione virale nei polmoni e nel naso. Ma anche gli animali esposti al virus 7 settimane dopo una singola dose del vaccino sono risultati protetti contro la replicazione virale nei polmoni. Continua dopo la foto



 


Gli autori osservano che i dati di questi studi, combinati con quelli emersi dagli esperimenti sui primati e dai test clinici di fase 1, supportano la valutazione dell’mRNA-1273 negli studi clinici di efficacia. Intanto sono più di 700.000 i morti nel mondo a causa della pandemia di coronavirus. I dati aggiornati della Johns Hopkins University parlano di 700.647 decessi e 18.540.119 casi a livello globale con 11.134.735 pazienti guariti.

Ti potrebbe interessare:Francesca Pascale, c’è il bacio con la vip (sullo yacht di lusso). Che conferma le voci sull’ex di Silvio Berlusconi

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it