Statua della Madonna “lacrima” sangue. Stupore in Puglia, ma per i fedeli non ci sono dubbi. Cosa è successo


Qualcuno grida “al miracolo” qualcun altro invece pensa già al complotto. Qualsiasi sia la causa scatenante è mistero in piazza Paolino Arnesano a Carmiano. Una “lacrima” rossa, che a tutti gli effetti potrebbe sembrare una goccia di sangue, è scesa lieve sul viso della statua della Madonnina sita in piazza Paolino Arnesano, a Carmiano. La statua della Madonna è stata eretta di recente nella piazzetta, un’effigie per commemorare il bombardamento del 3 settembre 1943. Un attacco cui Carmiano, paese mariano, venne miracolosamente risparmiato. Come tutte le notizie plasmate nei paesi, quella della “lacrima di sangue” si è propagata a Carmiano in tempi record. (Continua dopo le foto)











Intere orde di persone, spinti dalla fede più sincera (ma anche dalla curiosità, perché che fa, se c’è una statua che piange non puoi non andare a vedere, anche se non entri in chiesa dalla prima comunione) si sono recati sul luogo del fatto. Moltissimi fedeli hanno affollato la piazzetta per rivolgere una preghiera alla Madonna, per chiederle una grazia. Sul caso, posto all’attenzione dal Vescovo di Lecce, Monsignor Michele Seccia, si aspettano riscontri da parte delle autorità religiose. Sicuramente diverse ipotesi sono poste ad accertamenti. Si va dal fenomeno paranormale, alle conseguenze del caldo anomalo di questi giorni sul materiale in resina, fino allo scherzo di qualche burlone. Nel frattempo i devoti si raggruppati in preghiera ai piedi della Madonnina. In attesa degli accertamenti, sul fatto ha detto la propria don Riccardo Calabrese, parroco della chiesa di Sant’Antonio Abate. (Continua dopo le foto)



“Neanche io, in questo momento, posso esprimere un parere oggettivo sull’evento accaduto. Proprio perché non ci sono prove che possano farci dire con esattezza che sia stato un miracolo, un effetto dell’eccessivo caldo di questi ultimi giorni o, peggio ancora, lo scherzo di qualcuno. L’unica cosa certa – aggiunge don Riccardo Calabrese – è che stasera ho visto un’altro miracolo. Ho visto bambini, giovani, adulti e anziani che si sono stretti in quel luogo simbolo della benedizione di Maria per la nostra Carmiano. E insieme alzavano lo sguardo in alto e guardavano il volto della Madonna. Il miracolo più bello è l’esserci sentiti comunità stretta intorno a Maria».

Violentano ragazza disabile 20enne in 3. Tra loro un 82enne. “Non poteva reagire”

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it