Caso Cucchi, nuova indagine. “Quella perizia era falsa”


A pochi giorni dall’assoluzione di tutti gli imputati per la morte di Stefano Cucchi, la procura di Roma apre un nuovo fascicolo relativo al caso. Per ora è senza indagati o ipotesi di reato, ma riguarda l’ esposto presentato dalla famiglia del giovane contro il medico legale Paolo Arbarello, consulente della Procura, accusato di aver redatto una perizia falsa e di averne anticipato i contenuti prima ancora di depositarla. A seguire l’indagine sarà lo stesso procuratore Giuseppe Pignatone. (continua dopo la foto)







“Ci sono lesioni che sono sospette. Noi non siamo in condizioni di dire se qualcuno gli ha sbattuto la testa contro il muro facendolo cadere o se invece ha fatto tutto da solo. In ogni caso, ripeto, non sono queste le cause del suo decesso” ha ribadito Albarello in un’intervista a Repubblica, annunciando di voler querelare i Cucchi. “Saremo gli unici ad essere condannati per la morte di Stefano”, ha risposto la sorella Ilaria.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it