Guardia giurata uccide l’ex compagna, poi si spara e si toglie la vita: lei lo aveva lasciato da poco


Tragedia a Vinovo. Emanuela Urso, 44 anni, muore per mano dell’ex fidanzato Gianfranco Trafficante. È successo poco dopo le 13 di oggi, 31 luglio, in un complesso residenziale a Tetti Rosa, una borgata alle porte di Vinovo. Non solo un omicidio, ma anche il suicidio dell’uomo, quelli avvenuti in via Tetti Rosa a Vinovo. A dare l’allarme, i vicini di casa delle vittime.

Stava rientrando da lavoro, come ogni giorno, Emanuela Urso, 44 anni, ovvero da Mercato di La Loggia, quando proprio sul pianerottolo della propria abitazione, ad aspettarla c’era proprio Gianfranco Trafficante, guardia giurata di 48 anni. Come riportato su Il Corriere della Sera, Emanuela aveva preso da poco tempo la decisione di troncare quella relazione. (Continua a leggere dopo la foto).






Ma Gianfranco Trafficante, evidentemente, non è riuscito ad accettare la fine della relazione con Emanuela. Questo il doloroso movente che avrebbe spinto l’uomo di 48 anni ad aspettarla sul pianerottolo del secondo piano della casa di Vinovo, con tra le mani una pistola. È così che Emanuela muore per mano dell’ex compagno, ferita  morte da diversi colpi di pistola. (Continua a leggere dopo la foto).






A dare l’allarme i vicini di casa che, come riferito ai militari, avrebbero sentito prima delle urla e poi la sequenza di spari. A intervenire sul luogo dell’omicidio, i carabinieri di Vinovo e di Moncalieri. Ma in via Tetti Rosa 17 a Vinovo non perde la vita solo Emanuela. Una volta colpita a morte l’ex compagna, Gianfranco ha deciso di volgere la pistola anche contro se stesso, sparando. (Continua a leggere dopo le foto).



La stessa arma uccide entrambi, ovvero quella di ordinanza. Secondo il racconto dei testimoni vicini alla coppia, Emanuela aveva deciso di troncare la relazione con Gianfranco appena un mese fa, dopo circa nove anni di convivenza. La fine di un amore e anche delle loro due vite. Sul posto, anche le urla di dolore della madre e del padre di Emanuela, che colti da un momento di poca lucidità, avrebbero insultato il fratello di Gianfranco, lasciando insorgere una colluttazione.

Cinema in lutto, addio a un grande. Una carriera dorata tra film di successo e premi internazionali

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it