Coronavirus, impennata di casi nelle ultime 24 ore: il nuovo bollettino


Sono 386 i nuovi casi di coronavirus registrati nelle ultime 24 ore. Ieri l’aumento era stato di 289 unità. Secondo i dati diffusi dal ministero della Salute sono 3 i decessi: mai così pochi da febbraio, quando il coronavirus ha iniziato a circolare nel nostro Paese.

Cresce il numero delle persone terapia intensiva. Secondo i dati forniti dalla Protezione Civile e dal ministero della Salute sono nove i pazienti in più nelle ultime 24 ore. Un dato che porta il totale dei ricoverati in rianimazione a 47. Aumentano anche i ricoverati con sintomi che passano dai 731 di ieri ai 748 di oggi (17). Sono 386 in meno i positivi al coronavirus nelle ultime 24 ore, così i malati scendono a 12.230. Sono 765 i guariti dal coronavirus nelle ultime 24 ore, che portano il totale delle persone che hanno superato il virus a 199.796. (Continua a leggere dopo la foto)






I tamponi fatti nelle ultime ore sono 61.858 tamponi (oltre cinquemila in più rispetto a ieri). Sono quattro invece le regioni ferme a contagio zero a cui si aggiunge la provincia autonoma di Bolzano. Dall’inizio della pandemia al 30 luglio, i paesi europei e il Regno Unito hanno riportato 1.704.897 casi di Covid-19 e 182.136 decessi. (Continua a leggere dopo la foto)






A riferirlo è l’Ecdc (European Centre for Disease Prevention and Control), che fa sapere di “continuare a ricevere segnali di una ripresa dei casi o di grandi focolai locali in diversi Stati membri a seguito del progressivo allentamento delle misure di confinamento”. La mappa sul sito dell’Ecdc evidenzia focolai o casi in aumento in Spagna, Francia, Germania, Regno Unito e Paesi balcanici. (Continua a leggere dopo la foto)



 

L’Ecdc continua a monitorare la situazione epidemiologica europea e nel mondo. Nel corso dell’epidemia, e in particolare negli ultimi mesi, “numerosi focolai locali sono stati associati a contesti professionali come impianti di lavorazione della carne e miniere”, ricorda l’organizzazione, che ha preparato un rapporto tecnico sui cluster collegati a contesti professionali e identifica i possibili fattori di rischio da monitorare. Il documento è attualmente in fase di revisione da parte degli Stati membri e dovrebbe essere pubblicato nelle prime settimane di agosto.

Meteo, caldo torrido ma anche temporali nel weekend: le previsioni regione per regione

 

 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it