Tragedia in vacanza: precipita dalla scogliera e muore. Maria Paola aveva 59 anni, morta davanti alla figlia


Siamo a Porto Palmas, frazione balneare di Sassari, qui una donna è morta dopo essere precipitata dalla scogliera sulla spiaggia. La vittima, Maria Paola Ghisu, 59 anni, originaria di Palmadula ma da anni residente a Padova dove lavorava in Azienda ospedaliera come operatrice socio-sanitaria, rientrava in Sardegna ogni anno per le vacanze, che trascorreva nella Nurra. Stamattina la donna stava percorrendo il sentiero impervio che conduce alla spiaggia “La frana”.

Per cause ancora in corso di accertamento, sarebbe scivolata, precipitando dalla scogliera sulla spiaggia, dopo un volo di una ventina di metri. Per lei non c’è stato nulla da fare, è morta sul colpo davanti alla figlia. Sul posto sono arrivati i carabinieri, il 118 e i vigili del fuoco che si sono calati in spiaggia con l’elicottero per recuperare il cadavere. Altra vicenda terribile è quella della donna che ha avuto un malore a pochi metri dalla riva. Il marito che la soccorre, idem il bagnino della spiaggia libera che interviene subito. (Continua a leggere dopo la foto)






Ma per la donna – una 54enne di origine ucraina che stava facendo il bagno Sottomonte, tra i bagni Chalet e a circa un chilometro dai bagni Tiki – non c’è stato nulla da fare. La donna si è sentita male nel tratto all’altezza del sottopasso numero due ed è stata soccorsa intorno alle 17 e 45: è deceduta poco meno di un’ora dopo. (Continua a leggere dopo la foto)






Quindi non si è trattato di un annegamento. Il mare anche ieri era calmissimo, e quindi la donna deve essere stata colpita da un malore che le ha fatto inizialmente perdere i sensi mentre lei si trovava in acqua, fino a diventare poi fatale. (Continua a leggere dopo la foto)



 


Lunghe le operazioni di Rianimazione: ci hanno provato sia il bagnino di salvataggio della spiaggia libera che i sanitari dell’ambulanza del 118 che sono interventi sul posto, ma purtroppo tutto si è rivelato inutile. Sul luogo della tragedia sono intervenuti anche i militari della Capitaneria di porto, per gli accertamenti di legge. Il cadavere è rimasto sulla riva per oltre un’ora, prima di poter esser rimosso.

Ti potrebbe anche interessare: “Sai chi sembri?”. Ida Platano, la foto in costume (generoso) alza un polverone. Si è fatta vedere così

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it