30enne uccide i genitori a coltellate: preso in strada con le mani sporche di sangue


A Torino nella notte si è consumata la tragedia. Daniele Ferrero, di anni 30, ha ammazzato i genitori a coltellate, fuggendo poi in strada in stato confusionale. L’uomo è stato fermato in strada dai carabinieri, ritrovato ancora con le mani insanguinate e in stato confusionale. Le vittime dell’efferato delitto sono Pierfrancesco Ferrero, 69 anni, e la moglie Giuseppina Valetti di 60 anni. Il crimine si è consumato in via Biscarra 7 nel quartiere Mirafiori. L’assassino è stato ritrovato ieri, 13 luglio, in tarda serata, mentre vagava a Collegno, sempre nel Torinese. I Carabinieri lo hanno fermato e, accorgendosi tempestivamente del sangue presente sulle sue mani, lo hanno posto in stato di fermo. (Continua dopo le foto)











Il giovane è stato immediatamente trasportato nella caserma di Rivoli, dov’è stato interrogato lungamente e, grazie all’interrogatorio serrato, ha confessato di essere stato artefice del delitto dei propri genitori. Data la confessione di Daniele Ferrero, l’uccisione è avvenuta utilizzando un coltello da cucina, che ha usato per colpire entrambi i genitori. I corpi della madre e del padre del giovane, sono stati in seguito alla confessione rinvenuti nell’abitazione del figlio. Ad oggi l’inchiesta è ancora in corso, e la dinamica risulta ancora poco chiara, così come anche il movente che ha spinto il ragazzo ad ammazzare i propri genitori. Il duplice omicidio sarebbe avvenuto in seguito ad una lite scatenata per “futili motivi”, così dichiarano gli investigatori. (Continua dopo le foto)



Di certo c’è che entrambi i genitori, durante la giornata di ieri, 13 luglio, erano andati a far visita all’uomo in tardo pomeriggio, nel suo appartamento in via Biscarra. Pierfrancesco e Giuseppina sarebbero morti in serata. Daniele Ferrero, poi, in preda al panico, avrebbe preso l’auto, raggiungendo il Comune della prima cintura del capoluogo piemontese. Una volta arrivato a Collegno e abbandonato il veicolo, avrebbe cominciato a vagare a piedi prima di essere notato dai militari. L’uomo è posto in stato di fermo.

“Stuprata, ho perso il conto di quante volte”. Choc nel mondo dello sport: dopo anni decide di raccontare quello che ha subito

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it