Addio ai gemellini uccisi dal padre, applausi e dolore all’arrivo dei feretri dei piccoli Elena e Diego


Diego ed Elena, lutto cittadino nel giorno dell’ultimo addio ai gemellini uccisi per mano del padre. La comunità di Gessate ha visto sfilare i feretri  bianchi dei due gemelli. Come è stato già confermato nei giorni precedenti, i funerali si sono tenuti nel campo sportivo di Gessate. Sotto lo stesso cielo, i volti commossi della comunità intera, unita intorno al dolore della madre Daniela. Poi le note di una canzone e un lungo applauso.

Una morte del genere non ha alcun senso. Una canzone scelta per salutare per sempre i due gemellini uccisi per mano del padre, Mario Bressi, e un campo sportivo che ha visto la comunità di Gessate unita al dolore di una madre che non riesce e non riuscirà a darsi pace. L’ultima foto postata da Mario, i loro sorrisi e quella frase “Con i miei ragazzi sempre insieme”, e poi quel messaggio che ha intimato la donna: non avrebbe più rivisto i suoi figli. E così è realmente accaduto. (Continua a leggere dopo la foto).






Con le note di Un Senso’ di Vasco Rossi e il lungo applauso, i feretri bianchi di Elena e Diego hanno sfilato sotto gli occhi di tutti. Incredulità e sgomento accompagnano la triste vicenda della famiglia Bressi. Una vacanza sui monti della Valsassina con papà, e un omicidio premeditato. Mario ha pensato a tutto prima di gettarsi dal ponte della Vittoria. (Continua a leggere dopo la foto).






Due piccole bare bianche, quella di Diego distinta dalla presenza di una maglia azzurra da calcio e lo striscione, appreso all’ingresso del campo sportivo, in cui è stata impressa l’immagine del 12enne intento a giocare con la maglia rosso-bianca della Asf Cambiaghese: “Ciao Diego”. Misure di sicurezza permettono ai cittadini della comunità di prendere parte ai funerali nel rispetto delle normative vigenti per emergenza sanitaria. (Continua a leggere dopo le foto).



Disinfettanti all’ingresso e tutti muniti di mascherina. I posti a sedere mantengono la distanza di sicurezza e dischi bianchi sparsi vanno a indicare i posti da tenere per chi rimarrà non riesce a sedersi. Così il campo sportivo di Gessate ha dato inizio alla celebrazione dei funerali di Diego ed Elena, a partire dalle 10 di questo doloroso e indimenticabile 4 luglio, Addio per sempre Diego ed Elena, “anche se tutto questo un senso non ce l’ha”.

Nuovo focolaio coronavirus, l’uomo è positivo ma continua a uscire: caccia ai contatti tra cene, feste e un funerale

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it