“Assegno unico per figli fino ai 21 anni”. L’annuncio della ministra


Un assegno universale per i figli dalla nascita fino ai 21 anni di età con maggiorazioni per famiglie numerose e figli disabili. È l’annuncio della ministra per le Parti Opportunità e la Famiglia, Elena Bonetti, durante il programma di Rai Tre “Agorà”.

“L’assegno universale prevede che le famiglie ricevano un assegno per ciascun figlio dalla nascita ai 21 anni di età ed è prevista una maggiorazione dal terzo figlio”, ha dichiarato la ministra durante il suo intervento nel programma che dal 29 giugno va in onda nella ‘versione estiva’. “Nel caso di figli disabili l’assegno universale prevede una maggiorazione tra il 30 e il 50% e sarà esteso per tutto l’arco della vita”, ha detto ancora. (Continua a leggere dopo la foto)






Sulla cifra dell’assegno unico, che verrà erogato ogni mese “a tutte le famiglie” a seconda del reddito Isee e “sarà facilmente accessibile”, non ci sono ancora dati certi perché, ha spiegato Bonetti, “stiamo facendo i conteggi anche in base alla riforma fiscale”. (Continua a leggere dopo la foto)






“È un provvedimento che metterà ordine nella giungla delle detrazioni già esistenti – ha aggiunto la ministra – In una prima simulazione si era fatta l’ipotesi di una cifra tra i 200 e i 250 euro, ma bisogna avere la certezza che sia una cifra che non faccia perdere denaro a nessuna famiglia”. Oltre a queste misure il testo prevede anche congedi parentali con un periodo minimo non inferiore a due mesi per ciascun figlio, oltre che un periodo di congedo obbligatorio per il padre nei primi mesi di vita del neonato (non meno di 10 giorni). (Continua a leggere dopo la foto)



 

Tra le altre iniziative anche gli incentivi al lavoro femminile: per le madri che lavorano è infatti prevista un’indennità integrativa del 30% per il periodo in cui rientrano al lavoro dopo il congedo obbligatorio.

Andrea Delogu, gaffe a ”La vita in diretta Estate”. Non si accorge de collegamento e deve cedere alle scuse

 

 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it