Al via il Bonus vacanze: ecco a chi spettano i 500 euro. Come richiederli e usarli


Bonus vacanze, potrà essere richiesto a partire dal 1° luglio. Si tratta di un’agevolazione voluta dal governo nel decreto Rilancio per far sì che anche il settore del turismo non venga messo in ginocchio. Ovviamente l’agevolazione mira anche ad aiutare le famiglie. Questo periodo di reclusione è stato molto duro per tutti e tutti hanno bisogno di un po’ di ossigeno… Ma vediamo nel dettaglio in che consiste il Bonus in questione. Si tratta di un aiuto, di massimo 500 euro, che potrà essere utilizzato fino al 31 dicembre 2020 da uno qualsiasi dei componenti del nucleo familiare, anche se non è la stessa persona che lo ha richiesto.

Ci sono dei vincoli? Sì, il Bonus vacanza spetta solo a chi ha un reddito Isee non superiore a 40.000 euro. Potrà essere speso per il pagamento di soggiorni in Italia in strutture di tutti i tipi (alberghi, campeggi, villaggi turistici, agriturismi e bed & breakfast). L’importo massimo è di 500 euro. Continua a leggere dopo la foto









L’importo del Bonus è massimo di 500 euro per i nuclei familiari composti da minimo 3 persone, le famiglie di due persone potranno ricevere un massimo di 300 euro mentre i single potranno avere non più di 150 euro. Per fare il calcolo dell’Isee è necessaria la Dichiarazione sostitutiva unica (DSU), con i dati anagrafici, reddituali e patrimoniali. Secondo quanto previsto, il bonus potrà anche essere fruito per l’80% come sconto sul costo del servizio turistico e per l’altro 20% come detrazione d’imposta quando si farà la dichiarazione dei redditi. Continua a leggere dopo la foto






Ma come verrà ricevuto il bonus? Non è una cosa così banale come sembra per questo non sono mancate le polemiche. Il bonus, infatti, potrà essere richiesto e sarà erogato solo in forma digitale. Bisognerà scaricare la app IO, cioè quella dei servizi pubblici. Bisognerà inoltre avere un’identità digitale o la carta d’identità elettronica. Il bonus si richiederà con la app e chi ne avrà ha diritto riceverà un Qr code e un codice univoco per usarlo. Continua a leggere dopo la foto



 

Le spese vanno documentate con fattura o scontrino fiscale e dovrà essere indicato il codice fiscale di chi ne usufruisce. Il pagamento va erogato direttamente alla struttura o all’agenzia di viaggio, mentre non sarà possibile spenderlo per acquisti tramite piattaforme di intermediazione online. Dal 29 giugno, poi, scatta anche il taglio del cuneo fiscale che comporterà un aumento in busta paga fino a 100 euro.

Bonus sociale per bollette di luce e gas. Come funziona e chi ne ha diritto

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it