Bonus sociale per bollette di luce e gas. Come funziona e chi ne ha diritto


Bollette su bollette, le spese sembrano non finire mai. Dall’ elettricità, al gas e all’ acqua, il bonus è pensato per chi detiene un basso reddito. Lo spiega nel dettaglio l’Unione nazionale dei consumatori in una nota, da cui è possibile apprendere come funziona e come sarà possibile usufruirne. Il bonus sociale rappresenta uno sconto e viene introdotto dal governo, poi reso operativo dall’Autorità.

“Secondo le nostre indagini ogni anno vi accede un numero di famiglie di molto inferiore rispetto a quelli che ne avrebbero diritto”. Così viene pensato lo sconto sulla bolletta, introdotto dal governo e reso operativo dall’Autorità per l’energia elettrica, il gas ed il sistema idrico. Il fine è quello di provvedere che il risparmio sulla spesa per elettricità e acqua venga garantito in modo semplice e veloce. (Continua a leggere dopo la foto).






A usufruirne, le famiglie con reddito basso, ma non solo, perché per quanto  l’elettricità, il bonus è previsto anche in presenza di  familiari con problemi fisici, che hanno dunque la necessità di fare uso di apposite apparecchiature elettromedicali: “Il bonus è previsto per situazioni di disagio economico (per famiglie con reddito isee non superiore a 8.265 euro o per famiglie numerose con più di 3 figli a carico con isee non superiore a 20.000 euro) e per gravi condizioni di salute (disagio fisico dovuto a casi in cui una grave malattia costringa all’utilizzo di apparecchiature mediche alimentate con l’energia elettrica indispensabili per il mantenimento in vita)”. (Continua a leggere dopo la foto e il post).






Inoltre viene specificato dall’Unc: “Possono accedere al bonus  anche i titolari del reddito di cittadinanza, in base alla legge 28 marzo 2019, numero 26, anche se la soglia isee è superiore a 8.265 euro”. L’iniziativa ha una decisa importanza, in quanto tende a consentire l’elettricità il gas e l’acqua diventino un diritto per tutti i cittadini. (Continua a leggere dopo la foto).



Per ricevere il bonus, dovrà essere presentata un’apposita domanda, con moduli dedicati, presso il Comune di residenza o presso un altro ente designato dal Comune, quindi caf, Comunità montane. Ha un durata di dodici mesi, da rinnovare in prossimità di scadenza con una richiesta. Facile il monitoraggio della pratica, che avviene on-line sul sito  www.bonusenergia.anci.it, o chiamando il numero verde 800.166.654 dello sportello per il consumatore di Energia e ambiente o ancora  recandosi all’ente al quale è stata presentata la richiesta. Lo sconto sarà automatico e applicato su ogni bolletta.

Covid-19, Speranza: “Il vaccino sarà gratuito per gli italiani”

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it