“Ti ammazzo”. Senza mascherina in treno per tutto il viaggio, scoppia la rissa


Non si parla d’altro se non del video girato da un passeggero del Frecciarossa Roma-Lecce, di una rissa verbale e minimamente fisica tra una donna e un giovane uomo a bordo del treno. Un esempio di come, in barba all’”andrà tutto bene” che a molti piaceva ripetere durante il lockdown, la pandemia non ha migliorato esattamente tutti gli italiani. La lite avviene tra una donna campana con la mascherina e un ragazzo pugliese seduto dalla parte opposta del finestrino, che la mascherina invece non la indossa.

Dall’inizio del video, che come sottolinea Open risale al 1 giugno (prima della riapertura delle regioni dunque) si intuisce che il motivo scatenante della discussione non è tanto la mascherina tenuta attaccata al polso dal giovane, ma un’abitudine fastidiosa a bordo dei treni anche pre-Covid: parlare al telefono ad alta voce. “Ti devi mettere la mascherina”, gli intima lei. “Sto parlando al telefono”, risponde lui. “Non me ne frega un c… che stai parlando al telefono, ci sono delle regole, ti devi mettere la mascherina. Mettiti la mascherina, mettiti la mascherina, mi hai rotto i c…”. Lui tenta di ribattere, ma la mascherina proprio non la mette. (Continua a leggere dopo la foto)









“Va indossata, altrimenti te ne vai aff… in macchina”, insiste lei. Il giovane, noncurante né dell’obbligo di indossarla, né dell’opportunità di farlo data la vicinanza con altri passeggeri, insiste: “Senti, tu sei una donna…”. Frase che peggiora la situazione, perché la signora si alza in piedi e perde la pazienza: “Non sono una donna, io ti faccio andare in ospedale, ti ammazzo, ti impalo nella Salerno-Reggio Calabria”. (Continua a leggere dopo la foto)






È qui che i due arrivano a contatto, lei si avvicina pericolosamente e finisce anche per toglierla lei la mascherina, lui allunga la mano per allontanarla, lei lo accusa di averle “messo le mani addosso”. Dopo quasi due minuti di lite, la signora continua a insistere: “Ti devi mettere la mascherina, punto e basta”. (Continua a leggere dopo la foto)



 


Tuttavia il giovane non si mette la mascherine e lei va fuori di testa. C’è da chiedersi se non sarebbe stato più semplice se oltre alla signora anche gli altri vicini di sedile gli avessero chiesto con gentilezza di indossare la mascherina (che come ricordiamo, a bordo dei treni è obbligatoria): ma in questa fase 2 poi diventata fase 3, il buon senso e la prudenza hanno lasciato spazio alla maleducazione. Ora, nessuno sa se il ragazzo sia stato multato e se la donna poi abbia ricevuto o sporto denuncia.

Ti potrebbe anche interessare: Coronavirus, ex capo dei servizi segreti inglesi: “È sfuggito da un laboratorio”

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it