Crolla un muro, morte 2 persone: corsa contro il tempo per salvare un terzo uomo


Due operai sono morti a Napoli travolti intorno alle 12.30 da uno smottamento di terra seguito al crollo di un muro di contenimento in via Edoardo Caianiello, in una zona tra i quartieri Pianura, Fuorigrotta e Soccavo. Sul posto i vigili del fuoco che hanno estratto i corpi senza vita dei due operai. Si continua a scavare alla ricerca di almeno un’altra persona. Sul posto sono presenti anche carabinieri e polizia municipale di Napoli.

“Solidarietà e vicinanza agli operai rimasti coinvolti nel crollo di un solaio a Pianura, alla periferia di Napoli. Purtroppo, anche in piena pandemia da Covid-19, continuano a verificarsi gli incidenti sul lavoro e questo ci fa capire e ci testimonia quanto sia importante rafforzare l’impegno su questo fronte. Non si può morire per lavorare. La sicurezza sul lavoro deve venire prima di tutto”. Lo scrive in una nota Severino Nappi, Presidente del movimento civico ‘Il Nostro Posto’. Continua dopo la foto









Al Sud e nelle Isole, nel solo bimestre marzo-aprile 2020, sono diminuite del 50% le denunce di infortunio sul lavoro così come fotografato dall’Inail. Si tratta del dato più consistente a livello nazionale, sebbene poco distante dal Centro Italia, che registra una riduzione del 40%, mentre a Nord-Ovest troviamo un timido -10%. Un complessivo calo che si quantifica in 34 mila segnalazioni in meno rispetto agli stessi mesi dell’anno precedente e le cui cause, per la maggiore, vanno ricondotte anche allo stato di totale lockdown delle attività che ha interessato tutte le attività produttive considerate “non essenziali”. Continua dopo la foto






Non stupisce, infatti, che numero dei casi avvenuti in occasione di lavoro nei mesi di marzo e aprile sia sceso del 27,55 % e, addirittura, del 69,7% per quelli in itinere, occorsi cioè nel tragitto di andata e ritorno tra l’abitazione e il posto di lavoro. Non solo, la diminuzione riguarda anche le denunce con esito mortale che, nei primi quattro mesi del 2020, sono state 280 (-7,6%). In particolare, guardando all’analisi territoriale emerge una diminuzione di 10 casi mortali nel Nord-Est (da 61 a 51). Continua dopo la foto



 


Di 25 al Centro (da 69 a 44), di due al Sud (da 64 a 62) e di 11 nelle Isole (da 30 a 19). Caso ben diverso è rappresentato dal Nord-Ovest che, invece si contraddistingue per un incremento di 25 casi mortali (da 79 a 104), complici gli aumenti della Lombardia (+18) e del Piemonte (+7).

Ti potrebbe interessare: “È finita”. Raimondo Todaro, il ballerino di Ballando non lo nasconde: “Purtroppo è andata così”

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it