Rientra dal Nord Italia e va in giro come se nulla fosse: positivo al coronavirus


È partito dal nord Italia, il  ragazzo siciliano di  20 anni che ha fatto ritorno a casa raggiungendo dopo diversi mesi  Marsala. Dopo essersi messo in quarantena, il ragazzo non ha rispettato i tempi necessari per ricevere gli esiti del tampone e accertarsi della propria negatività o meno al virus. Diverse persone in città sono entrate in contatto con il ragazzo, che pur risultando positivo ha fatto il consueto giro dei saluti in città.

Positivo al coronavirus, il ragazzo, residente in contrada Tabaccaro, ha trasgredito all’obbligo della quarantena e, una volta denunciato dall’Azienda Sanitaria Provinciale di Trapani, adesso risulta indagato dalla Procura di Marsala. Stando a quanto si apprende dalla stampa locale, il ragazzo non ha voluto aspettare l’esito del tampone, decidendo di uscire arbitrariamente per raggiungere la fidanzata. (Continua a leggere dopo la foto).








Non ha incontrato solo la sua fidanzata, ma anche tante altre persone, tra commissioni nei negozi e il consueto giro dei saluti tra parenti e amici. Nel momento in cui il ragazzo è venuto a conoscenza dell’esito positivo del tampone, è stato lui stesso ad avvertire le persone con cui era entrato in contatto. Ovviamente tutto questo ha sollevato il panico generale. (Continua a leggere dopo la foto).






Ad oggi si sta ricostruendo con urgenza e in tempi strettissimi la rete dei contatti avuti con il ragazzo, in modo da poter fare scattare l’obbligo della quarantena e scansare ogni possibilità che il virus si diffonda per tutta la cittadina, quindi è  stato aperto il fascicolo di indagine. Come ricostruiscono le cronache locali, il ventenne sarebbe tornato in Sicilia dal nord Italia, dove frequenta l’università. (Continua a leggere dopo la foto).



Dal dipartimento di prevenzione dell’Asp trapanese si apprende che fortunatamente il problema è circoscritto e che “tutte le persone che sono state in contatto con il ragazzo, il cui comportamento è stato molto superficiale, sono state rintracciate e sono in quarantena”. Rimane la necessità di perseverare controlli e misure di sicurezza affinché non avvenga una seconda e devastante ondata di contagio da virus.

Lutto nel mondo della tv: il suo personaggio aveva fatto sognare milioni di telespettatori

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it